Non gli può vendere alcolici per il lockdown, pestato da branco di ragazzini

Le violenze in un negozio di viale Vasco da Gama ad Ostia

Ha attuato le direttive del Dpcm per il contenimento del contagio del Coronavirus che gli impediscono di vendere alcolici dopo le 18:00. Un rifiuto che quattro giovani ragazzi non hanno però accettato scagliandosi contro il commerciante a calci e pugni. E' accaduto ad Ostia dove, a seguito di un’attività investigativa, i Carabinieri hanno individuato 4 giovani responsabili di una feroce aggressione. 

I quattro nella tarda serata di venerdì erano entrati in un esercizio commerciale di viale Vasco De Gama per acquistare degli alcolici. Il titolare, visto l’orario ed alla luce delle attuali disposizioni emergenziali, ha riferito ai clienti la propria impossibilità ad accontentarli; i 4 al rifiuto dell’uomo lo hanno aggredito e colpito violentemente, lasciandolo a terra e dandosi alla fuga. 

I Carabinieri, prontamente intervenuti sul posto, dopo aver affidato la vittima alle cure dei sanitari, hanno effettuato delle ricerche in  zona degli aggressori, che sono stati individuati e bloccati poco dopo, mentre cercavano di salire su un convoglio presso la stazione metropolitana “Lido Centro”. I fermati, 3 dei quali ancora in giovane età, sono stati identificati e denunciati al Tribunale di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento