rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca Alessandrino / Largo Serafino Cevasco

La ragazza picchiata da un uomo per aver fatto bere il suo cane da un nasone

L'aggressione fisica e verbale in largo Serafino Cevasco

Insultata e picchiata per aver fatto bere il proprio cane ad una fontanella. Vittima una ragazza, presa di mira lo scorso mercoledì mentre si trovava al 'nasone' di largo Serafino Cevasco, a Tor Tre Teste. Una aggressione choc con la donna presa di mira da un uomo infastidito dal fatto che il cane potesse bere acqua mentre lui stava lavando la sua auto. A denunciare l'accaduto un'amica della donna, sconvolta dal fatto che "nessuno sia intervenuto a difesa della donna". 

I fatti sono accaduti lo scorso mercoledì 7 luglio, all'ombra della chiesa parocchiale Dio Padre Misericordioso, in uno degli ingressi del Parco di Tor Tre Teste. Qui la ragazza è stata aggredita verbalmente e fisicamente da un signore per aver osato far bere il suo amico a quattro zampe alla fontanella dove l'uomo stava lavando la sua auto. Poi l'aggressione, fisica oltre che verbale, con l'uomo che ha provato a colpire la donna strattonandola e non risparmiando il suo cane. 

La donna prova a contattare il 112 ma l'uomo è sempre più aggressivo e violento tanto da costringerla ad allontanarsi prima dell'intervento delle forze dell'ordine con la vittima che si è poi recata in commissariato per sporgere denuncia. 

Un'aggressione choc, che ha lasciato l'amaro in bocca anche per l'indifferenza delle persone presenti in quel momento il largo Cevasco che avrebbero girato la testa dall'altra parte. "La cosa fa già schifo di suo ma la cosa grave - denuncia un'amica della vittima - è che tra tutte le persone che passando hanno assistito all'aggressione nemmeno una, e dico una, è accorsa in sua difesa. Uomini e donne che non hanno mosso un dito vedendo picchiare e insultare una donna! Ma in che mondo di m**** siamo finiti? Che persone siamo diventati? Ma non vi fate schifo? Ricordatevi che peccare di silenzio, quando bisognerebbe fare qualcosa, fa di un uomo un codardo". 

Aggressione in relazione alla quale l'associazione Earth "è pronta a costituirsi parte civile contro l’uomo che, da come è stato dichiarato, ha iniziato prima ad insultare pesantemente la ragazza per poi passare all’aggressione fisica contro di lei e il suo cane".

"A Roma non esiste nessun divieto di far abbeverare i cani alle fontane pubbliche, a differenza di lavare la propria auto, come stava facendo l’aggressore - ha dichiarato Valentina Coppola, presidente di Earth - certamente chiediamo ai cittadini di essere rispettosi di chi non possiede animali e, quindi di portare sempre con sé una ciotola per poterli far bere agevolmente o comunque avere l’accortezza di non farli bere direttamente dal bocchettone. In ogni caso, ci costituiremo parte civile nei confronti di questo signore perché l’aggressione al cane e alla ragazza è un atto che non può restare impunito". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ragazza picchiata da un uomo per aver fatto bere il suo cane da un nasone

RomaToday è in caricamento