menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia, paura in uno stabilimento balneare: picchiata e rapinata davanti la cabina

Più tardi intorno i militari dell'esercito italiano, si sono imbattuti in un uomo che, scalzo e senza documenti, è stato fermato in via Andrea Corsali, poco distante dal luogo della rapina

Paura ad Ostia dove una donna di 43 anni è stata picchiata e rapinata davanti alla sua cabina, in uno stabilimento balneare. E' accaduto lunedì pomeriggio scorso in Lungomare Lutazio Catulo. 

La vittima dopo aver chiuso la sua cabina a chiave e riposto quest'ultima sopra la stessa, si è allontanata per recarsi in bagno. Al suo ritorno, ha notato la porta aperta e un soggetto che si allontanava frettolosamente.  All'interno, invece, un altro uomo stava nascondendo gli effetti personali della donna dentro uno zaino.

Quando la 43enne ha cercato di fermarlo, lui l'ha colpita prima con un pugno al petto e poi con un calcio sulla gamba facendola cadere contro il divisorio in legno delle cabine. Durante la colluttazione la malcapitata è riuscita a riprendersi il portafoglio, i telefoni cellulari e le chiavi della cabina mentre il malvivente, che è riuscito ad impossessarsi di circa 300 euro scappando a piedi nudi.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine ai quali la vittima ha dichiarato che sarebbe stata in grado riconoscere il suo aggressore fornendo un elemento essenziale per l'individuazione dello stesso ossia la presenza di un tatuaggio sulla spalla destra oltre ad alcuni graffi sul braccio procuratigli dalla stessa durante la colluttazione. 

Più tardi intorno alle 16.30, i militari dell'Esercito italiano si sono imbattuti in un uomo che, scalzo e senza documenti, è stato fermato in via Andrea Corsali, poco distante dal luogo della rapina. Quando a suo carico è risultato un provvedimento di espulsione la  Sala Operativa della Questura ha inviato sul posto gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti che, non appena hanno visto lo straniero, si sono insospettiti.

L'uomo infatti, identificato per un cileno di 31 anni, senza scarpe e con graffi recenti sul braccio corrispondeva perfettamente alla descrizione del rapinatore ricercato.

Più tardi durante la ricognizione fotografica, la vittima ha riconosciuto senza ombra di dubbio lo straniero fermato quale autore della rapina nei suoi confronti.

Sottoposto a Fermo di Polizia Giudiziaria, il 43enne, che dovrà rispondere di rapina aggravata,  è stato accompagnato a Regina Coeli in attesa di convalida da parte dell'Autorità Giudiziaria.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento