Cronaca Tor Vergata

Picchiata e inseguita dal compagno armato di trapano, scappa dai vicini e chiede aiuto

La vittima ha subito fratture al naso, contusioni multiple alle braccia e alla gamba sinistra e un trauma facciale

"Aiuto, aiuto. Chiamate i carabinieri". Ha bussato ai vicini chiedendo aiuto, loro l'hanno accolta e - dopo averla soccorsa - hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze. È iniziata così la fine dell'incubo di una donna di 35 anni, vittima del suo compagno nella zona di Tor Vergata. 

Erano le 7 del mattino di lunedì quando una coppia di coniugi si è vista arrivare in casa la vicina mentre scappava dalle violenze del suo convivente. I carabinieri, in pochi minuti, l'hanno raggiunta bloccando e disarmando il compagano 47enne, trovato con una punta da trapano, lunga circa 60 centimetri ancora in pugno che, durante la lite, aveva usato per colpire la convivente, provocandole una vistosa ferita nella parta superiore dell'orecchio sinistro.

Trasportata presso il pronto soccorso del Policlinico Casilino, è stato riscontrato che la donna avesse subito anche una frattura scomposta delle ossa nasali, contusioni multiple alle braccia e alla gamba sinistra e un trauma facciale. Ai Carabinieri, in sede di denuncia, ha raccontato che già più volte era stata fatta bersaglio di violenze e vessazioni durante litigi scaturiti per futili motivi, e che da tempo stava vivendo un forte disagio.

Il 47enne è stato arrestato e portato in caserma, in attesa del trasferimento in carcere. Dovrà rispondere delle accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata e inseguita dal compagno armato di trapano, scappa dai vicini e chiede aiuto

RomaToday è in caricamento