rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Picchia la moglie e abusa della figlia minorenne, le violenze andavano avanti da 12 anni

Denunciato dalla donna il 47enne è tornato ai Castelli Romani dove è stato poi arrestato dai carabinieri

Dodici anni di soprusi. Un'amara storia di violenza in famiglia cominciata ai Castelli Romani e proseguita a Riccione, dove la coppia si era trasferita da qualche anno con i figli piccoli. A mettere fine all'incubo della donna i carabinieri della Stazione di Riccione che, in collaborazione con i militari del Comando Provinciala di Roma, hanno arrestato un 47enne romano accusato di maltrattamenti e violenza sessuale aggravata. 

Come scrive RiminiToday, la vicenda, il cui prologo era iniziato nel 2009, era emersa lo scorso mese di settembre quando la moglie si era presentata ai militari dell'Arma per raccontare una lunga storia di maltrattamenti iniziati 12 anni prima quando la coppia viveva in un Comune dei Castelli Romani, nella provincia capitolina. Insulti, umiliazioni e vessazioni erano, per la vittima, all'ordine del giorno e nulla era cambiato dopo il loro trasferimento in Riviera per esigenze lavorative insieme ai figli oggi di 14 e 12 anni. La situazione era, se possibile, peggiorata ulteriormente e a finire nel mirino del 47enne erano stati anche i due ragazzini, un maschio e una femmina, tanto da spingere il più grande a tentare un gesto estremo.

Secondo quanto emerso parolacce, insulti ed umiliazioni, pesanti come macigni erano all'ordine del giorno anche nei confronti della moglie e della figlia e con l’aiuto di personale specializzato e del servizio di psicologia avevano fatto emergere un quadro ancora più inquietante. Le due donne, infatti, sarebbero state vittime di abusi sessuali da parte del 47enne.  La prima costretta a rapporti contro la propria volontà mentre la minore dapprima sarebbe stata palpeggiata alle parti intime e poi insultata e picchiata per essersi opposta ad un eventuale rapporto. 

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di trovare pesanti indizi nei confronti dell'uomo tanto da far chiedere al sostituto procuratore Anna Domenica Gallucci di chiedere e ottenere dal Gip la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del 47enne. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri nel Comune alle porte di Roma, dove l'uomo era tornato dopo essere stato allontanato dalla casa dalla compagna. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie e abusa della figlia minorenne, le violenze andavano avanti da 12 anni

RomaToday è in caricamento