Piazza Venezia, aggredita e presa a calci in faccia in strada

I militari si stanno adoperando per dare un nome alla donna grazie ad una serie di accertamenti incrociati e alle sue impronte digitali

Un'aggressione estremamente violenta, con tanti calci dati al volto di una donna che è rimasta a terra, sui sampietrini di piazza Madonna di Loreto. A scatenare la furia cieca, un romeno di 68 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con numerosi precedenti alle spalle, arrestato dai carabinieri del Comando di piazza Venezia e dell'8° Reggimento Lazio con l'accusa di lesioni personali gravi.

Ancora non si comprendono i motivi alla base di tanto accanimento sulla vittima, su questo particolare stanno ancora cercando di fare piena luce gli uomini dell'Arma che, due notti fa, sono stati allertati da un passante che aveva assistito alla scena.

I militari, arrivati sul posto, hanno trovato la donna ancora sdraiata sul selciato, cosciente ma gravemente ferita al volto, e il suo aggressore seduto poco lontano, in evidente stato di ebbrezza, come se nulla fosse accaduto, ma con le scarpe ancora macchiate di sangue.

La priorità è stata far arrivare sul posto il personale sanitario per prestare le prime cure alla vittima, una donna al momento rimasta senza identità perché sprovvista di documenti, di un’età stimata tra i 35-40 anni, carnagione olivastra, verosimilmente anche lei una senza fissa dimora.

Per la vittima è stato necessario il ricovero all'ospedale Santo Spirito, dove si trova tuttora, per la frattura delle ossa nasali e varie ferite e contusioni al volto, con una prognosi di 40 giorni.

I Carabinieri hanno tentato di parlarle, ma la donna non ha mai risposto: non si capisce se fosse una conseguenza delle botte prese al volto e alla testa o se non comprendesse la nostra lingua. I militari si stanno adoperando per dare un nome alla donna grazie ad una serie di accertamenti incrociati e alle sue impronte digitali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, il suo aggressore è stato ammanettato e portato, prima, nella vicina caserma di piazza Venezia, poi direttamente nel carcere di Regina Coeli, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento