Roma, a piazza del Popolo disordini durante la manifestazione: scene di guerriglia in mezzo al traffico

Lancio di petardi, bottiglie e monopattini. Cassonetti dati alle fiamme in piazzale Flaminio

Scene di vera e propria guerriglia a Roma dove in piazza del popolo era convocata una manifestazione di commercianti e categorie colpite dal recente dpcm. Erano annunciate infiltrazioni di esponenti dell'ultradestra e non sono mancati i disordini. In piazza presenti esponenti di estrema destra, giunti in piazza al culmine di un corteo da Prati.

La tensione è salita proprio quando questo gruppo è giunto in piazza, con un battibecco prima con i funzionari di polizia, che hanno chiesto di lasciare la piazza, e poi con scontri verbali con i giornalisti presenti, allontanati dal catino della manifestazione perché sgraditi, accusati di "non raccontare la verità".

VIDEO - Le immagini di piazza del Popolo e Flaminio messi a ferro e fuoco

Disordini a piazza del Popolo

Dalle 19.20 in piazza del popolo una cinquantina di facinorosi stanno dando vita a scena di autentica guerriglia con lanci di bottiglie e monopattini. Decine i petardi esplosi, con la polizia costretta a schierare gli idranti e a cacciare dalla piazza i violenti. Due fazioni, una contro l'altra: petardi e bottiglie contro la polizia che ha risposto avanzando fino a piazzale Flaminio.

Roma, scontri a piazza del Popolo: guerriglia durante la manifestazione-4

Qui il traffico ha fatto da linea di divisione. Bottiglie e monopattini lanciati tra le auto in transito. Quindi l'incendio dei cassonetti nelle vie adiacenti a piazzale Flaminio dove i violenti sono scappati per rifugiarsi, rincorsi dalla polizia. 

Dopo le cariche i facinorosi si sono dispersi sul lungotevere.

Guerriglia verso Prati

Dopo un quarto d'ora di pausa, gli scontri sono ripresi alle 20.05. I teppisti, posizionati su ponte regina Margherita, hanno ripreso il lancio di petardi e bottiglie. La polizia li ha inseguiti, con l'idrante ad aprire la strada, fino a piazza della Libertà verso via Cola di Rienzo (in Prati), tra bottiglie, bombe carte e razzi. Il tutto in mezzo alle auto bloccate nel traffico con gli automobilisti increduli ad assistere ad una guerriglia senza precedenti in città.

Alle 22, secondo le ultime informazioni, risultano 12 le persone fermate. Il Reparto Mobile in servizio presidia ponte Regina Margherita al momento chiuso per scongiurare una nuova guerriglia. Una vera e propria caccia all'uomo è in corso nel quartiere Prati, con un elicottero che sta sorvolando la zona.

Il resto della manifestazione

Nel frattempo, alle 20, le persone estranee alle frange violente, hanno preso le distanze da "chi è giunto a piazza del Popolo con bottiglie, petardi e bombe carte. Noi con loro non c'entriamo nulla". In generale poco meno di 200 le persone presenti. Una cinquantina quelli più volenti, staccatisi quasi subito dal sit in, per provocare le forze dell'ordine presenti. Una miccia che ha innescato i disordini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Roma, scontri a piazza del Popolo: guerriglia durante la manifestazione

volantino manifestazione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento