rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Eur

Eur, pestato dal branco al laghetto dell'Eur: 17enne perde i sensi e finisce in ospedale

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l'adolescente sarebbe stato pestato da un gruppo di coetanei che lo avevano visto passeggiare con una ragazza

La troppa gelosia. Sarebbe questa la motivazione alla base del brutale pestaggio avvenuto al laghetto dell'Eur, che ha ha visto come vittima un 16enne trasportato con urgenza in ospedale. A ricostruire i fatti, dopo una indagine serrata, sono stati i carabinieri della Stazione della Cecchignola, che insieme ai militari del Nucleo Operativo dell'Eur e la Procura dei Minorenni di Roma, hanno eseguito un'ordinanza di applicazione del collocamento in comunità nei confronti di tre ragazzi, tutti e tre romani minorenni, ritenuti responsabili di una violenta aggressione, avvenuta lo scorso 4 ottobre scorso, al laghetto dell'Eur.

All'epoca dei fatti, la vittima denunciò di essere stato brutalmente aggredito da un branco di ragazzi mentre stava passeggiando insieme ad una sua amica, anche lei 17enne. Il giovane fu preso a calci e pugni, rimanendo gravemente ferito, al punto da perdere conoscenza. Una volta trasportato in ospedale, gli vennero diagnosticati un ematoma subdurale post traumatico e la frattura parziale del mascellare inferiore.

Da lì scattò subito un'intensa attività d'indagine, grazie alla quale i carabinieri sono riusciti ad identificare i tre 17enni romani come "probabili esecutori materiali della spedizione", e che, stando a quanto ricostruito, sembrerebbe essere maturata dal fatto che gli aggressori sospettassero che la vittima fosse il nuovo fidanzatino della ragazza con cui era a passeggio. Dopo la notifica del provvedimento, i giovani sono stati portati in tre strutture diverse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eur, pestato dal branco al laghetto dell'Eur: 17enne perde i sensi e finisce in ospedale

RomaToday è in caricamento