Rigenerava pc e smartphone rubati, poi li rivendeva su internet

A mettere la polizia sulle tracce dell'uomo un uomo che ha riconosciuto sul web il suo computer rubato in vendita

La refurtiva recuperata dalla Polizia di Stato

Un mago dell'hi-tech in grado di rigenerare smartphone e pc rubati per poi rivenderli a prezzi concorrenziali sul web. A mettere gli investigatori sulle tracce dell'uomo il furto di un computer, riposto all’interno di un’auto posteggiata in via Ostiense. La vittima, dopo aver riconosciuto il suo pc, grazie al numero seriale, su un sito web, specializzato in vendite on-line, lo ha immediatamente segnalato agli agenti della Polizia di Stato del commissariato Esposizione, diretto da Pasquale Fiocco, integrando la precedente denuncia presentata in precedenza.

Poi, fingendosi interessato all’acquisto del suo stesso computer, d’accordo con gli investigatori, ha preso un appuntamento con il venditore. Ma a presentarsi all’appuntamento in via Cassia sono stati gli agenti di polizia. Il venditore, ignaro dell’identità dei suoi interlocutori, ha illustrato loro tutte le caratteristiche tecniche del computer, sottolineando anche come lo stesso fosse stato rigenerato.

A far scattare la perquisizione del 49enne, la constatazione, da parte degli agenti, che il numero seriale del computer fosse esattamente corrispondente a quello rubato. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso poi il ritrovamento di altri telefoni cellulari, computer portatili ed altro materiale informatico, tutto già messo in vendita sullo stesso sito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestrata anche altra refurtiva, rubata nel luglio scorso ad un’ anziana signora alla Garbatella, che è stata immediatamente restituita alla legittima proprietaria. Al termine delle indagini, il cittadino di origine albanese è stato indagato in stato di libertà per il reato di ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

  • Atac, Coronavirus: ecco come chiedere i rimborsi per gli abbonamenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento