Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Parioli

E' carnevale, ma al quartiere Coppedè va in scena il no al parcheggio

Molto affollata la manifestazione di sabato scorso all'ora di pranzo in piazza Sabazio. Centinaia i residenti scesi in piazza per dire no alla costruzione del parcheggio interrato nel cuore del quartiere

Centinaia di residenti del quartiere Coppedè sabato scorso non hanno festeggiato il Carnevale. Hanno infatti preferito manifestare tutto il loro sdegno e la loro rabbia contro il parcheggio interrato che la giunta del II municipio ha deciso di costruire in Piazza Sabazio nel cuore del quartiere.

Una scelta, dicono dal comitato, imposta dagli amministratori e mai discussa con gli abitanti del quartiere al contrario di quanto sostenuto dalla delibera numero 3 del 7 febbraio 2006.

Con gli abitanti c'era anche il consigliere regionale Claudio Bucci
, rappresentante dell’IdV e presidente della Commissione Ambiente che dopo aver presentato in Consiglio una mozione contraria alla realizzazione dell’opera, ha voluto manifestare il proprio sostegno ai residenti.

“Costruire dei parcheggi a profondità elevata vicino ad edifici degli anni ’30 che non hanno strutture di cemento armato e poggiano su terreno riporto su quello naturale, non è di certo quel che si dice “un’opera sicura””, ha spiegato Bucci. “Per colpa di queste leggerezze, degli interessi economici di pochi, siamo costretti dopo a piangere i nostri morti, le vittime dovute ai crolli causati da tanto sciacallaggio edilizio. Per non parlare dei risvolti sull’inquinamento da gas di scarico e sul traffico” continua Bucci.

I residenti hanno evidenziato che è “un incubo pensare ad un autosilo interrato, articolato su 7 piani per una profondità di 21 metri, circondato da palazzi in una piazza dalle dimensioni contenute in 25 metri di diametro dove confluiscono 4 vie”.

Nel terreno oggetto degli scavi inoltre è stata rilevata la presenza di due falde acquifere e di un terreno di tipo argilloso. Questo renderebbe la costruzione di silos di contenimento per l’acqua non realizzabile poiché il terreno argilloso in assenza di acqua diventa cedevole e si rischierebbe di compromettere la solidità della struttura.

“Mi auguro” dichiara ancora Bucci “che gli sforzi fatti portino al risultato: impedire la costruzione di un parcheggio che avrebbe come unico risultato quello di deturpare un luogo di pregio, quale Piazza Sabazio appunto, nonché di mettere in pericolo la sicurezza delle persone è l’appello che le oltre cento persone ed i comitati di quartiere lanciano da questo luogo: invito tutti a scrivere scrive migliaia di e mail, a firmare una petizione contro quest’opera. Faremo così in modo che Alemanno non possa far finta di niente, infischiandosene dei diritti dei cittadini e del bene di Roma”.

Il progetto prevede la costruzione di un parcheggio di 84 auto (60 di tipo pertinenziale e 24 a rotazione). Nella zona, nel breve raggio di un chilometro, esistono già altri 3 parcheggi interrati comunali con molti box  ancora invenduti, oltre ad una decina di parcheggi pubblici vicinissimi a piazza Sabazio.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' carnevale, ma al quartiere Coppedè va in scena il no al parcheggio

RomaToday è in caricamento