Incidente aereo in Etiopia: morto Paolo Dieci, presidente della ong Cisp e rete LinK

Paolo Dieci era il presidente del Cisp, Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli

C'è anche Paolo Dieci, residente a Roma, tra le vittime italiane dell'incidente aereo in Etiopia. Con lui anche Pilar Buzzetti e Virginia ChimentiPaolo Dieci, presidente della ong Cisp, Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli, e rete LinK 2007, un'associazione di coordinamento consortile che raggruppa importanti Organizzazioni Non Governative italiane, in particolare 14 ong: Cesvi, Cisp, Coopi, Cosv, Gvc, Icu, Intersos, Lvia, Medici con l'Africa Cuamm, Ccm, Elis, World Friendss, Ciai e Amref.

Era un volto noto nel mondo del Terzo settore. Molto attivo, su Facebook, nell'ultimo post del 7 marzo scorso ringraziava gli studenti del Master in Cooperazione Internazionale di Pavia per le intense giornate di studio sul Project Cycle Management, una iniziativa su cui stava lavorando.  

Il Cisp annuncia "con immenso dolore la perdita di Paolo Dieci, uno dei suoi fondatori, uno dei suoi più appassionati soci e più competenti cooperanti, il suo Presidente. Il nostro meraviglioso amico. Il mondo della cooperazione internazionale perde uno dei suoi più brillanti esponenti e la società civile italiana tutta perde un prezioso punto di riferimento", si legge sul sito della Ong.

"La visione di una società più giusta, coesa, egualitaria, che ha guidato Paolo nel suo impegno in Italia e nel mondo continuerà a guidare il nostro lavoro. Ci stringiamo attorno alla moglie, ai figli e alla famiglia tutta di Paolo e promettiamo loro di continuare ad onorare la sua memoria mettendo in pratica tutto ciò che da lui abbiamo imparato, provando ad avere la sua stessa lucidità nell'analizzare i problemi delle società contemporanee, la sua stessa perseveranza e pazienza nel provare a risolverne almeno una parte, la sua stessa preparazione e competenza nella realizzazione di ogni singola azione, progetto, programma".

"Oggi - è il testo del messaggio diffuso online - ci sentiamo tutti soli. Da domani, però, ricominceremo a lavorare per affermare i diritti di ogni essere umano in qualsiasi parte del mondo si trovi, così come avrebbe fatto Paolo, con instancabile tenacia".

A ricordarlo, su Facebook, anche la vice ministra degli Esteri, responsabile della cooperazione, Emanuela Del Re: "Con Paolo Dieci sin dalla mia nomina a viceministra ho avuto uno scambio costante per progetti di cooperazione nelle zone depresse del mondo".

"Sono persone che rendono l'Italia orgogliosa per il loro impegno nel sociale, nella cultura e nella cooperazione internazionale - conclude Del Re - Sono certa che l'eredità morale di Paolo resterà nel ricordo di tutti e soprattutto nei giovani che ne seguiranno l'esempio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento