Lucia, la bimba di 6 anni costretta a chiedere l'elemosina mentre il padre violentava la mamma

Lucia (nome di fantasia), che ha da poco compiuto 6 anni, stava correndo verso la strada quando è stata soccorsa da un gruppo di poliziotti che pattugliavano le strade di Tuscolano e Don Bosco

Il disegno di Lucia per ringraziare i poliziotti

Un padre orco che la costringeva a chiedere l'elemosina mentre lui picchiava e violentava sua moglie. Una storia drammatica. E' quello che vede protagonista Lucia, nome di fantasia, una bambina di sei anni dai capelli biondi con gli occhioni azzurri e pieni di paura che scappava tra le baracche di un accampamento di fortuna nella zona di Don Bosco.

È questa la scena che si è presentata alla poliziotta della reparto volanti intervenuta con i suoi colleghi del commissariato Tuscolano per una segnalazione di maltrattamenti. La piccola Lucia stava correndo verso la strada statale e solo la prontezza degli agenti, che l'hanno afferrata un attimo prima di finire in mezzo alla carreggiata, ha impedito che venisse investita.

Mentre la poliziotta cercava di calmarla, altri agenti hanno ricostruito la vicenda. La piccola viveva in una baracca con i genitori, entrambi di origini romene, ed il padre di 57 anni, già noto alle forze dell'ordine, ormai da molto tempo, sottoponeva la moglie e la figlia a soprusi e violenze.

La prima a rompere il muro del silenzio è stata proprio la bambina che ha raccontato di essere costretta a chiedere l'elemosina davanti alle chiese, di lunghe giornate lasciata sola nella baracca e di essere stata buttata fuori da casa poco prima di essere soccorsa dalla Polizia.

Solo dopo alcune ore in commissariato, anche la donna ha raccontato delle vessazioni che ormai sistematicamente subiva dal compagno: violenze, anche sessuali, che l’uomo, il più delle volte ubriaco, giustificava come attacchi di gelosia. Fermato dagli stessi agenti, al termine della giornata, il 57enne è stato arrestato e messo a disposizione della Magistratura.

Per la donna e la bambina è stata attivata la rete di protezione, a loro dedicata, e dopo le cure del caso, sono state affidate ad una struttura protetta. Tra le pagine che vengono scritte in un commissariato in questi casi ai poliziotti ne è rimasta una speciale: un disegno fatto dalla bambina che ha così voluto ringraziare Daniela, Roberto, Andrea e Claudio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

Torna su
RomaToday è in caricamento