Tor de' Tor Schiavi: altri guai per padre e figlio pusher, trovato ordigno bellico

In una cantine i militari hanno rinvenuto una bomba da mortaio, da 45 millimetri marca Brixia, di fabbricazione italiana, risalente alla Seconda Guerra Mondiale

Una bomba della Seconda Guerra Mondiale nella sua cantina a Tor de' Schiavi. Non finisco i guai per un romano di 55 anni, arrestato la settimana scorsa, assieme al figlio di 30 anni, dai Carabinieri della Stazione di Roma Casalbertone unitamente a quelli del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante, sorpresi a spacciare droga nei pressi di una sala giochi di via Ausonia e trovati con una pistola calibro 6,35, risultata rubata il 27 gennaio 2010.

I Carabinieri nei giorni scorsi, approfondendo i controlli, in modo particolare dall'esame delle chiavi trovate in possesso del 55enne, hanno scoperto che una di queste serviva ad aprire una cantina. Nel locale i militari hanno rinvenuto una bomba da mortaio, da 45 millimetri marca Brixia, di fabbricazione italiana, risalente al secondo conflitto mondiale.

Si tratta di una pericolosa granata, contenente 70 grammi di tritolo e binitronaftalina, in buono stato d'uso, che è stata sequestrata e consegnata agli artificieri dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma per le successive operazioni di messa in sicurezza e brillamento. Per l'uomo è così scattata anche la denuncia a piede libero per "detenzione abusiva di munizionamento da guerra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento