menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostia: si spara all'addome nel garage condominiale, grave 63enne

L'uomo è stato soccorso all'alba dal 118. Immediato il trasporto al Grassi. L'ipotesi principale è il tentato suicidio. Ma è giallo su chi ha chiamato i soccorsi

Un biglietto in cui si spiegherebbero i motivi del gesto. E' questo l'elemento che fa pensare che quanto accaduto nella notte tra venerdì e sabato in via Capo Poro a Ostia sia stato un tentato suicidio. Un uomo di 63 anni è stato ritrovato sanguinante all'interno del garage condominiale. L'uomo, secondo una ricostruzione, si sarebbe sparato all'addome con un fucile da caccia.

Immediati i soccorsi e il trasporto all'Ospedale, dove si trova ricoverato ora in rianimazione. Nel suo appartamento, dove secondo quanto riferito dai vicini viveva solo, è stato ritrovato un biglieto nel quale verrebbero spiegati i moviti del gesto.

C'è però un giallo, sul quale la polizia sta cercando di fare luce. Chi ha chiamato il 118? L'ipotesi è che possa essere stato lo stesso uomo a chiamare i soccorsi. Verifiche in tal senso sono attualmente in corso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento