rotate-mobile
Cronaca

Maxi operazione antidroga a Ostia: in campo oltre 100 agenti e unità cinofile

Nel corso dell'operazione sono state eseguite 7 perquisizioni domiciliari, controllate 339 persone e 149 auto e sono stati controllati 80 soggetti sottoposti agli arresti domiciliari

Maxi operazione della polizia a Ostia Nuova, con 100 agenti tra del X distretto, dell’ufficio prevenzione generale e del reparto prevenzione crimine inmpegnati in una seri di controlli con unità cinofile e guardia di finanza.

Nel corso dell'operazione sono state eseguite 7 perquisizioni domiciliari, controllate 339 persone e 149 autovetture, e sono stati controllati 80 soggetti sottoposti agli arresti domiciliari e la regolarità amministrativa di tre attività commerciali, tra cui un supermarket. Il bilancio è di quattro persone arrestate, tra cui un padre e un figlio che avevano allestito un laboratorio di crack nel loro appartamento, una sala giochi chiusa e diverse sanzioni amministrative staccate.

Arrestato uno dei 51 fermati nell'operazione "Nuova Alba"

Tra le persone arrestate anche un uomo, ritenuto sodale di un clan malavitoso, che deve scontare una pena definitiva di 11 anni. La condanna è arrivata al termine dell'inchiesta denominata “Nuova Alba”, con 51 ordinanze di custodia cautelare per associazione a delinquere di stampo mafioso, traffico internazionale di sostanza stupefacente, armi, usura ed estorsione.

Un'operazione che aveva "decapitato" quella che era stata definita nel 2013, all'epoca dei fatti, la "cupola mafiosa di Roma", l'organizzazione criminale coordinata dalle famiglie Spada, D'Agata, Fasciani e Triassi che dal litorale gestiva affari in tutta la Capitale.

Chiusa sala giochi: all'interno videolottery abusive 

Sempre nel corso della stessa operazione è stata data esecuzione al provvedimento di sospensione della licenza per 30 giorni, emesso dal questore di Roma in applicazione dell’articolo 100 del TULPS (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza), a carico del titolare di una sala giochi.

Il provvedimento è stato adottato dopo un controllo di polizia amministrativa durante il quale sono state scoperte videolottery prive di autorizzazione e la somministrazione di bevande alcoliche senza permessi comunali. Inoltre, in una recente operazione di polizia, un dipendente della sala era stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente: in una cassetta di sicurezza nascondeva oltre 50 grammi di hashish, un bilancino di precisione e numerosi manoscritti riportanti cifre e nomi riconducibili alle attività di spaccio. I poliziotti, nel corso della perquisizione, avevano trovato  anche un'accetta e la replica di una pistola priva di tappo rosso.

Il cane poliziotto Faro fa arrestare un pusher

I controlli del territorio si sono poi estesi in piazzale dei Ravennati, piazza Anco Marzio e lungomare Vespucci. Qui il fiuto del cane antidroga Faro ha consentito ai poliziotti di arrestare sul pontile di Ostia un giovane che teneva in tasca circa 30 grammi di hashish, già diviso in piccoli involucri.

I riscontri finali sono arrivati con la perquisizione in casa: a eseguirla i poliziotti della giudiziaria del X distretto con l'ausilio della squadra cinofili della Questura di Roma. È stato proprio Faro a scovare altri 80 grammi di sostanza nascosta all'interno di una cantina. L’arresto è stato convalidato dal tribunale su richiesta della procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi operazione antidroga a Ostia: in campo oltre 100 agenti e unità cinofile

RomaToday è in caricamento