rotate-mobile
Cronaca

Ostia, chiuso un chiosco: era ritrovo di persone "pregiudicate e pericolose"

Secondo i carabinieri il lido attrezzato si "era trasformato, con il tempo in luogo di abituale ritrovo di persone pericolose per l'ordine pubblico, per la moralità e il buon costume, oltreché per la sicurezza dei cittadini"

I carabinieri di Ostia hanno dato esecuzione alla chiusura temporanea (ai sensi dell’art.100 del T.U.L.P.S.) di un noto chiosco balneare di Ostia, sul lungomare Paolo Toscanelli, notificando il provvedimento al gestore. La misura scaturisce dalla proposta avanzata dagli stessi carabinieri che, dando anche seguito alle "numerose lamentele" espresse dai cittadini residenti nelle vicinanze all'esercizio, hanno avviato un'attività di analisi.

Dall'indagine è emerso che il chiosco si era trasformato, con il tempo, "in luogo di abituale ritrovo di persone pregiudicate e pericolose per l'ordine pubblico, per la moralità e il buon costume, oltreché per la sicurezza dei cittadini", spiega l'Arma in una nota.

A riprova di ciò, anche la rissa del 16 giugno scorso, dove un giovanissimo cliente aveva dato inizio ad una furiosa lite, per dei banali motivi. Nell'occasione i carabinieri avevano rintracciato, in breve tempo, l'aggressore il quale, insieme ad un suo giovanissimo amico. I due, che precedentemente avevano anche insultato pesantemente due che si trovavano nel locale provocandone la loro reazione, erano stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia, chiuso un chiosco: era ritrovo di persone "pregiudicate e pericolose"

RomaToday è in caricamento