Rubato dopo la sua dismissione: recuperato lo storico orologio della Torre del Quirinale

Realizzato su commissione di Papa Pio IX è stato trovato dai carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale

Il quadrante dell'orologio della torre del Quirinale recuperato dai carabinieri

E' stato recuperato dai Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale lo storico orologio della Torre del Quirinale. Sono stati i militari dell'Arma, coordinati dal Procuratore della Repubblica di Vercelli, a ritrovare il quadrante e tutti gli altri pezzi dell'orologio a pendolo realizzato a metà dell'Ottocento dall'artista Mariano Trevellini su commissione del Papato di Pio IX per il Palazzo del Quirinale.

Collocato sulla torre del Palazzo dal 1854 al 1961 e in seguito - dopo che era stato ceduto all'Istituto statale Armellini di Roma per un istituendo Museo dell'Orologio non più sorto - trafugato. 

Orologio Torre Quirinale 2-2

Le perquisizioni hanno avuto luogo a Milano, Bologna e nella provincia di Firenze. Tre persone sono state denunciate per appropriazione indebita, ricettazione e illecita alienazione di bene culturale. All'intervento, conseguito a indagini del Nucleo TPC di Torino, hanno collaborato quelli di Monza, Firenze e Bologna, nonché un militare del Comando TPC di Roma sotto copertura che, con un esperto di orologi antichi, ha verificato la presenza e l'autenticità degli oggetti prima che scattassero le perquisizioni. 

È stata data esecuzione al decreto di sequestro emesso dalla Procura di Vercelli. Ora l'orologio tornerà nella disponibilità dello Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento