Rebibbia: ubriaco in una lite, aggredisce carabiniere

Il militare era intervenuto per sedare la discussione familiare, quando è stato aggredito con calci e pugni dall'uomo. Per quest'ultimo c'è stato il processo per direttissima

Deve averci visto rosso, anche per via dell'alcool, l'operaio ucraino di 39 anni che ieri ha aggredito un carabiniere nella sua abitazione di viadi Rebibbia, a seguito dell'intervento degli stessi militari per sedare la lite familiare cui l'uomo stava partecipando. L'uomo era già conosciuto per i suoi precedenti.

Ubriaco, appena si è trovato davanti uno dei militari che voleva calmare la situazione lo ha preso a calci e pugni: la situazione è stata poi bloccata dagli altri carabinieri di rinforzo. Per l'uomo - poi arrestato - c'è stato l'accompagnamento in caserma e il processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento