Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Barberini

Barberini, operai Fca sul tetto del Municipio I: "Siamo licenziati politici". Poi l'appello a Di Maio

I due operai hanno esposto uno striscione: "Di Maio con chi stai? I 5 operai licenziati Fca"

Attimi di tensione a Roma, a piazza Barberini, dove due operai della Fca di Pomigliano d'Arco sono saliti sul tetto della sede del I Municipio minacciando di buttarsi se il governo non interverrà. La protesta è contro il licenziamento di cinque lavoratori che avevano inscenato, nel 2014, il funerale dell'ad Sergio Marchionne davanti ai cancelli dello stabilimento.

Sul tetto, dalle 5 del mattino di oggi 11 ottobre, sono presenti Mimmo Mignano e Massimo Napolitano, licenziati "in via definitiva per aver lottato contro le condizioni di sfruttamento in fabbrica e denunciato i suicidi dei loro colleghi", si legge in una loro nota. Il tetto del palazzo della prima municipalità a Roma, in piazza Barberini, non è stato scelto a caso perché nei pressi della sede del Ministero dello Sviluppo Economico, presieduto da Luigi Di Maio.

I due, infatti, hanno esposto uno striscione che richiama lo stesso ministro "Di Maio con chi stai? I 5 operai licenziati Fca".  Un chiaro riferimento alle promesse di intervento fatte dal Ministro ai 5 operai. "Il succo della questione è questo: noi siamo licenziati politici, e in quanto tali vittime dei poteri forti che l'attuale governo dice di voler combattere" dicono i due che hanno esposto anche una bandiera di Si Cobas. Ai piedi dell'edificio ci sono altri operai che stanno manifestando. Sul posto i Vigili del Fuoco e la Polizia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barberini, operai Fca sul tetto del Municipio I: "Siamo licenziati politici". Poi l'appello a Di Maio

RomaToday è in caricamento