Omicidio a Torvaianica, strangolata nel sonno: arrestato 19enne. "Ho sentito di doverla uccidere"

I fatti nella zona di Martin Pescatore. Il 19enne, interrogato presso la Procura della Repubblica di Velletri, ha ammesso le proprie responsabilità in merito all'accaduto

Un ragazzo di 19 anni ha colpito a pugni e poi strangolato una donna di 76 anni, madre della compagna di suo padre, uccidendola. L'omicidio è avvenuto in via dei Gemelli nella zona di Martin Pescatore, una frazione di Torvaianica nel comune di Pomezia, nel litorale sud di Roma. 

I fatti sono andati in scena ieri mattina. I carabinieri, allertati, sono intervenuti in una villetta dove da settembre di quest'anno una coppia (59enne lui e 54enne lei) viveva insieme al figlio dell'uomo (il 19enne accusato di omicidio) ed alla madre della donna (la vittima 76enne).

A richiedere l'intervento dei militari è stato il 59enne che, una volta alzato per andare al lavoro, ha ritrovato il corpo senza vita dell'anziana nel letto con del sangue causato da una ferita sotto l'arcata sopracciliare dell'occhio destro ed il figlio 19enne seduto lì vicino.

I carabinieri, nel corso delle prime attività investigative svolte e sentendo le versioni dei presenti, hanno verificato che il 19enne, che aveva gli abiti sporchi di tracce ematiche e, sulla terza nocca della mano destra, una ferita potenzialmente compatibile con le lesioni subite dalla 76enne.

Il giovane, infatti, secondo la ricostruzione avrebbe aggredito la donna nel sonno. Prima l'ha colpita con dei pugni, poi l'ha strangolata. Il 19enne, interrogato presso la Procura della Repubblica di Velletri, ha ammesso le proprie responsabilità in merito all'accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non lo so perché l'ho fatto, qualcuno mi ha detto di fare così. Ho sentito di doverla uccidere", ha detto ai militari dell'Arma. Il ragazzo è stato arrestato per omicidio volontario e portato nel carcere di Velletri. Le indagini proseguiranno per capire le esatte motivazioni del gesto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento