menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio suicidio a Torpignattara, come si è procurato l'arma per uccidere la madre? Indagano i carabinieri

L'omicidio-suicidio è avvenuto in un appartamento in via Giuseppe Cei, zona Torpignattara: lui, 58enne, avrebbe sparato un colpo di pistola alla madre 78enne, forse malata di demenza senile, e poi si è tolto la vita

Chi li conosceva li ha descritti come "persone tranquille" e lui, Romano Kidane sempre "attento verso la madre", Zigheweini Kidane affetta da demenza senile. Eppure qualcosa è scattato nella mente del figlio, 58enne. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della stazione Roma Torpignattara e dai colleghi della Settima Sezione del Nucleo Investigativo, l'uomo avrebbe infatti preso una pistola e sparato due colpi: uno contro la madre malata di 78, nata in Eritrea, e l'altro contro di sè.

Una tragedia familiare con un omicidio suicidio chiaro, secondo chi indaga. L'appartamento in ordine e la porta chiusa regolarmente. Una ipotesi confermata anche dal fatto che Romano Kidane, nato nella Capitale, avesse ancora la pistola stretta nella mano quando è stato rinvenuto cadavere in strada nell'appartamento al secondo piano in via Giuseppe Cei 5.

Sarà l'autopsia a stabilire quando il 58enne ha premuto il grilletto contro l'anziana malata e poi ha rivolto l'arma contro di sé. Il sospetto è che proprio lui abbia voluto porre fine alle sofferenze della madre dopo averla assistita per alcuni anni.

"Litigavano spesso perchè la madre era molto malata, ma lui la accudiva con devozione. Era una brava persona", ha raccontato una vicina a RomaToday. Il tassello mancante nella tragedia di via Cei riguarda l'arma. Come si è procurato la pistola Romano Kidane? Quando è riuscito a rimediarla? L'arma, tenuta illegalmente, era stata già usata in altre circostanza? Interrogativi sui quali chi indaga lavorerà per far definitivamente luce.

In caserma. come da prassi in questi casi, sono stati convocati altri parenti di Romano e Zigheweini Kidane. Insieme con qualche vicino di casa: nessuno, secondo quanto emerso dalle prime testimonianze, avrebbe udito i due colpi di pistola. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento