rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Laurentina / Via James Joyce

Omicidio al Laurentino: giovane accoltella e decapita la madre

Il 20enne è stato trovato sporco di sangue all'interno della propria abitazione di via Joyce. Il dramma al culmine di una lite

Con un coltello da cucina ha colpito ripetutamente la madre al collo fino a decapitarla. Si è poi chiuso in casa, tanto che i carabinieri hanno dovuto forzare la porta dell'abitazione per entrarvi. Una volta dentro lo hanno ritrovato in cucina, insaguinato, a pochi passi dalla madre priva di vita. Orrore al Laurentino dove nella notte tra sabato e domenica un giovane di 20 anni, Valerio Armeni, ha ucciso, al culmine di una lite in famiglia, la mamma, Pamela Ferracci, di 46 anni.

L'allarme è scattato poco dopo mezzanotte, quando la sorella del giovane, rifugiatasi a casa dei vicini ha chiamato i carabinieri. Siamo in via James Joyce, al civico 48. Qui, all'interno dell'abitazione, madre e figlio hanno iniziato a litigare in maniera furiosa. Sono volate parole grosse, quindi il giovane ha impugnato un coltello da cucina, con una lama di 20 centimetri, iniziando a colpire la madre prima al torace, poi ripetutamente al collo. 

A provare a fermarlo sua sorella, tentativi vani, al punto che la furia cieca del ragazzo ha rischiato di travolgere anche la ragazza che, per difendersi, è corsa a cercare riparo dai vicini. Nel frattempo però i colpi inferti alla 46enne sono stati fatali. Diverse coltellate con il coltello da cucina, così tante da determinare il distacco della testa. 

Macabra la scena che si sono trovati di fronte i carabinieri della stazione Cecchignola, i primi ad intervenire sul posto, e quelli della compagnia Eur. Portato in caserma il giovane è accusato di omicidio. 
 

Articolo aggiornato alle 18.07 - Inserito i nomi dei protagonisti della vicenda

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio al Laurentino: giovane accoltella e decapita la madre

RomaToday è in caricamento