rotate-mobile
Cronaca Fiumicino

Il giallo della donna morta soffocata e l'ipotesi dell'omicidio: fermata la figlia. I punti da chiarire

Sul caso indagano ora i carabinieri, intervenuti a casa della donna insieme con il personale medico

"Non possiamo dire nulla, stiamo indagando". Chi indaga lo fa a bocche cucite e lascia trapelare poco. I carabinieri della compagnia di Civitavecchia e la procura sono al lavoro per ricostruire quanto successo a Palidoro, frazione del comune di Fiumicino, dove Paola Giovanna Scatena, 66 anni, è morta. Sono ore cruciali.

La donna, portata all'Aurelia Hospital, è deceduta poco dopo l'arrivo in ospedale. Sul corpo nessun segno di violenza, almeno in apparenza. Scatena era stata trovata già priva di sensi nella sua abitazione. Sembrava un attacco cardiaco.

Arrivata in ospedale alle 13:30 di giovedì, i medici però i si sarebbero accorti che aveva segni sospetti sul collo che potrebbero far pensare a un decesso per le conseguenze di un soffocamento oppure di uno strangolamento. Tanto che nel pomeriggio di ieri è stata fermata la figlia, una donna di 39 anni, per omicidio volontario.

L'indagine

A dare l'allarme è stata una amica di famiglia. È stata lei ad avvisare il 112 per far intervenire un'ambulanza. Quello che sembrava un malore, tuttavia, potrebbe trattare di ben altro. Sul caso, come detto, indagano ora i carabinieri e la procura di Civitavecchia, ma senza far trapelare nulla.

Gli investigatori hanno interrogato i parenti della 66enne, gli amici e proprio la figlia d Paola Giovanna Scatena, sulla quale ci sarebbero forti sospetti di un suo coinvolgimento in quanto accaduto. Oggi potrebbe essere risentita e lunedì potrebbe comparire davanti al gip. 

I punti da chiarire

Sono diversi i punti da chiarire. Il primo se tra madre e figlia ci sia stata una lite violenta che ha portato al malore della donna. L'altro è se c'erano stati precedenti in passato e se siano stati oggetti nella discussione. Stando a quando accertato dai carabinieri, in quel momento, nell'abitazione di Scatena c'era solo la figlia.

Nel frattempo è stato già fatto un sopralluogo nell'immobile di Palidoro, che è stato anche sequestrato. All'inizio della prossima settimana verrà effettuata anche l'autopsia nell'istituto di medicina legale del Verano. L'esame sarà determinante per risalire alle cause del decesso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo della donna morta soffocata e l'ipotesi dell'omicidio: fermata la figlia. I punti da chiarire

RomaToday è in caricamento