Cronaca

Alemanno su Ostia: "A Roma attacco mafioso". Il Prefetto frena

E' il commento del primo cittadino al duplice omicidio avvenuto ieri sera a Ostia. Per Alemanno la situazione è chiara: "C'é un attacco della criminalità organizzata alla nostra città" ma il Prefetto Pecoraro frena

Duplice omicidio a Ostia - © Tmnews/infophoto

Un duplice omicidio che ridesta la paura e torna a sconvolgere la capitale. Giovanni Galleoni, detto "Bafficchio", e Francesco Antonini, detto "er Sorcanera") sono stati freddati in un agguato avvenuto nella serata di ieri a Ostia. Il primo è stato trovato morto in via del Sommergibile con ferite di arma da fuoco all'inguine e al torace. Il secondo, ferito grave, ha perso la vita durante il trasporto in ambulanza. Entrambi conosciuti alle forze dell'ordine e arrestati nel 2004 insieme ad altre 16 persone quando fu scovata un'organizzazione di ex appartenenti alla banda della Magliana.  Proprio al vecchio gruppo criminale il sindaco Alemanno fa esplicito  riferimento nel commentare l'accaduto.

"Bisogna evitare che nel 2011 ci sia un nuovo fenomeno come la banda della Magliana. Abbiamo già visto negli anni '80 - ha dichiarato il primo cittadino - che piccole bande crescono, combattono fra di loro e si connettono alla criminalita' organizzata. Questo sta avvenendo a Roma e ci vuole una strategia nazionale e locale adeguata perché le bande territoriali stanno crescendo e si stanno connettendo sempre di più alla criminalità organizzata attraverso il traffico della droga". Per il sindaco la situazione è fin troppo chiara: "C'é un attacco della criminalità organizzata alla nostra città. Mi era stato detto che si trattava di episodi isolati e quindi di situazioni non da criminalità organizzata. Ma questo tipo di letture sono ormai inaccettabili ed insufficienti".

Un sistema criminale più forte di quel che appare e con agganci radicati sul territorio? Per il primo cittadino è l'unica spiegazione a un'escalation di violenza che non ha eguali da decenni e che necessita di un intervento dall'alto. "Quello che chiederò al nuovo ministro e al capo della polizia - ha aggiunto - è che Roma deve essere protetta da questi aggressori. Non basta risolvere i singoli episodi ma bisogna fare in modo che tutti i quartieri siano protetti da queste aggressioni". In sostanza? "Provvedimenti di intelligence e strategie di controllo estese a tutto il territorio capitolino che affermino la sovranità dello Stato sulla città, anche nelle zone più difficili".

Nel frattempo ieri il punto della situazione in Questura e la decisione di aumentare il comparto volanti e oggi la riunione del Comitato Sicurezza e Ordine Pubblico indetta dal Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro che ha frenato gli allarmismi del sindaco escludendo che si tratti di criminalità organizzata.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alemanno su Ostia: "A Roma attacco mafioso". Il Prefetto frena

RomaToday è in caricamento