Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Olgiata

Delitto dell'Olgiata, la svolta: il dna incastra il domestico filippino

A 10 anni dal delitto della contessa Alberica Filo della Torre, è stato fermato Winston Manuel Reves, 41enne domestico filippino. Il suo dna è compatibile con quello di alcuni oggetti repertati

Svolta per uno dei gialli ancora aperti in Italia. Nell'ambito delle indagini sull'omicidio della contessa Alberica Filo della Torre all'Olgiata, nella serata di ieri gli uomini della squadra mobile hanno fermato Winston Manuel Reves, domestico filippino di 41 anni.

L'indagato è stato sottoposto al fermo di procura nel quadro degli accertamenti del procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e del sostituto Francesca Loy, in collaborazione con i carabinieri del Reparto Operativo e del Ris. A determinare il fermo è stato il pericolo di fuga del filippino. La procura dovrà ora chiedere la convalida del fermo.

Winston Manuel Reves prestava servizio nella villa romana dell'Olgiata all'epoca in cui fu uccisa la contessa Alberica Filo Della Torre, è stato incastrato dal dna che sarebbe risultato compatibile con quello prelevato su uno degli oggetti repertati che si trovavano nella camera da letto dove avvenne il delitto.


Il caso fu riaperto tre anni fa su istanza del marito della vittima Pietro Mattei che sollecitò nuove indagini con l'utilizzo delle nuove tecnologie. Quello dell'omicidio di Alberica Filo Della Torre è uno dei 'cold case' più famosi: la nobildonna fu strangolata e colpita alla testa con uno zoccolo nella sua villa dell'Olgiata il 10 luglio 1991.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto dell'Olgiata, la svolta: il dna incastra il domestico filippino

RomaToday è in caricamento