Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Omicidio nella metro, Doina: "Uscita dal carcere, pregherò sulla tomba di Vanessa"

Doina Mattei nell'aprile del 2007 uccise nella metro B la giovane Vanessa Russo. Condannata a 16 anni di carcere in un suo racconto ha dichiarato che appena uscita dal carcere pregherà sulla tomba di Vanessa

Era l'aprile del 2007 quanto Doina Matei uccise con un colpo di ombrello Vanessa Russo, nei corridoi della linea B della metropolitana di Roma.

Condannata a 16 anni di carcere con sentenza passata in giudicato è tornata a far parlare di sé per un racconto scritto da lei per il premio Emanuele Casalini riservato agli scrittori detenuti, per cui ha ricevuto il terzo premio, un racconto tutto incentrato sull'omicidio della giovane romana.

Nel testo del suo racconto Doina ripercorre la sua vita fino alla data del 26 aprile 2007, data dell'uccisione di Vanessa Russo ed esprime una sua volontà appena uscita dal carcere: "Quanto tornerò nel mondo il mio primo appuntamento sarà nuovamente con la morte: la prima cosa che farò sarà andare al cimitero di Prima Porta sulla tomba di Vanessa. Lo devo, lo voglio, voglio stare vicina al mio angelo custode,a cui un destino tragico mi ha unita per sempre".

Sulle ragioni che l'hanno spinta a uccidere Vanessa Russo, Doina non riesce a darsi una spiegazione: "Senza sapere nemmeno io come e perché una ragazza della mia età  è morta a causa mia. Non lo volevo questo, non era mia intenzione, non volevo la morte di nessuno io, ma è successo e devo pagare, tra queste mura, nella mia coscienza con un rimorso che non mi abbandonerà mai".

Doina lancia anche un appello all'opinione pubblica perché sente forte il pentimento per aver strappato alla vita Vanessa: " Sognavo una casa per i miei figli e mi sono ritrovata in carcere, con tutta l'opinione pubblica contro, chiamata con disprezzo 'la prostituta rumena' senza nessuno ad ascoltare il mio grido di dolore, il mio pentimento per quella giovane vita che se ne è andata, senza nessuno a credere che non volevo uccidere, che non sono malvagia"

Uscita dal carcere Doina Mattei vorrà ricongiursi ai suoi figli e nel silenzio pregare sulla tomba di Vanessa: "Andrò a cercarmi un pò di silenzio,  tornerò a guardarmi nello specchio, andrò a pregare sulla tomba di Vanessa e  farò una cosa sola, quello per cui sento che Dio mi ha portato su questa Terra: continuerò a fare la mamma dei miei bambini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio nella metro, Doina: "Uscita dal carcere, pregherò sulla tomba di Vanessa"

RomaToday è in caricamento