Omicidio Mentana: Mauro Ruggeri ucciso a pugni per un debito di poche centinaia di euro

Il 54enne è deceduto all’ospedale Sant’Andrea dopo essere stato trovato in fin di vita in via delle Molette

E’ stato ucciso per un debito di poche centinaia di euro. A chiudere il cerchio sull’omicidio di Mauro Ruggeri sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo ed i militari della locale stazione che hanno arrestato per omicidio un 30enne di Mentana, con precedenti. I fatti hanno preso corpo intorno all’1:30 della notte del 30 marzo dopo che il 54enne mentanese era uscito da un bar di via delle Molette al quale aveva consegnato cornetti e prodotti di pasticceria. All’uscita del locale Ruggeri ha trovato ad attenderlo il suo assassino, che lo ha colpito con dei pugni al volto lasciandolo moribondo ed in una pozza di sangue in strada, dove è stato poi soccorso. 

Omicidio Mauro Ruggeri a Mentana

Trasportato in condizioni gravissime all’ospedale Sant’Andrea, Mauro Ruggeri è deceduto nel corso della giornata a causa delle lesioni riportate in conseguenza dell’aggressione subita nella notte davanti al bar della frazione del Comune della provincia nord est della Capitale. 

Ucciso per un debito di poche centinaia di euro

L’aggressore, lo ha atteso all’uscita dell’esercizio commerciale, al fine di contestargli il mancato pagamento di un debito di poche centinaia di euro e, di fronte al diniego della vittima, gli ha sferrato alcuni pugni al volto facendolo cadere con la testa a terra. Il 30enne, resosi conto della gravità del gesto, si è poi allontanato subito dopo dal luogo dell’evento facendo perdere le proprie tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arresto per omicidio in via delle Molette 

Alcuni avventori del bar, dopo aver notato l’uomo a terra, riverso in una pozza di sangue, hanno contatto il 118, che poi ha trasportato il ferito, in condizioni disperate al Sant’Andrea, dove è deceduto nel tardo pomeriggio del 30 marzo. L’arrestato, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Roma Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli, mentre i Carabinieri continuano le indagini, al fine di appurare il coinvolgimento di altre persone.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento