rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Magliana / Via Pescaglia

Magliana, anziano uccide la moglie: "Stavo scherzando, pensavo arma fosse scarica"

La donna, da poco rincasata, è stata colpita al fianco. Ricoverata al San Camillo è morta intorno all'una. L'uomo è stato arrestato. Aperta un'inchiesta indaga per omicidio volontario

"Che fai con quella pistola, ti vuoi ammazzare?". Una battuta appena rientrata in casa, strappata dalla vista del marito, Giancarlo Giusto, intento a maneggiare un'arma, una calibro 45 regolarmente detenuta. Ed il marito che sta allo scherzo: "No, avrei intenzione di sparare a te". "Stavamo scherzando", racconterà più tardi il Giancarlo Giusto. Tra la battuta e il racconto il dramma. La pistola che lui credeva fosse scarica aveva in realtà il colpo in canna che accidentalmente è partito colpendo la moglie  Rosa Graziani di 63 anni ad un fianco.

I SOCCORSI E LA CORSA IN OSPEDALE - Siamo in via Pescaglia, al civico numero, in zona Magliana. Rosa Graziani, una volta colpita ad un fianco secondo quanto riferito da suo marito si sarebbe trascinata in bagno. Giancarlo Giusto invece, in evidente stato confusionale, si è rivolto a una vicina: è stata quest'ultima ad avvisare il 113 e a richiederne l'intervento. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e una volante della polizia. La donna è stata trasportata al San Camillo, dove però è morta all'una e trenta.

LE INDAGINI - Giancarlo Giusto è stato tratto in arresto: per lui l'accusa iniziale era quella di omicidio colposo. Nel corso della giornata la Procura della Repubblica di Roma ha ipotizzato il reato di omicidio volontario. Il pubblico ministero titolare del caso, Carlo Lasperanza, ha disposto l'autopsia su colpo di Rosa Graziani ed ha affidato agli investigatori una serie di accertamenti tecnici per verificare, tra l'altro, se come sostiene Gusto il colpo è partito per sbaglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magliana, anziano uccide la moglie: "Stavo scherzando, pensavo arma fosse scarica"

RomaToday è in caricamento