Omicidio Dragona: nessuna violenza sessuale, uccisa da due fendenti al collo

La morte per dissanguamento la possibile causa del decesso. Si attendono i responsi dell'autopsia dell'istituto di medicina legale di Tor Vergata. Dolore nel piccolo centro a due passi dal litorale romano

Alessandra Iacullo (Foto Facebook)

Sarebbe stata uccisa da due ferite mortali al collo, Alessandra Iacullo, la giovane di 30 anni trovata morta in strada giovedì sera in via della Riserva del Pantano a Dragona.  E' quanto emerge dai primi riscontri dell'autopsia sul corpo della trentenne, tuttora in corso. Le ferite da arma da taglio sarebbero diverse, ma quelle al collo, con il taglio della giugulare, potrebbero far ipotizzare una morte per dissanguamento. Dagli esami non sono emersi segni di violenza sessuale. Saranno estratte durante l'autopsia eventuali tracce di Dna estraneo trovate sul suo corpo. Nell'istituto di medicina legale di Tor Vergata, dove è in corso l'autopsia, oltre ai rilievi effettuati sul corpo per stabilirne le cause della morte, verranno estratti eventuali residui di una colluttazione, in particolare sotto le unghie.

TROVATA VITA - L'appuntamento segreto in una via buia, lontano da occhi indiscreti, forse con una donna. Poi una lite. E lei che tenta invano di difendersi, martoriata dai colpi delle coltellate. Dopo qualche secondo il suo corpo era nel sangue all'angolo della strada e schiacciato dal suo stesso scooter. Il mistero dell'omicidio di Alessandra Iaculli, si nasconde in un dedalo di villette tra le stradine di campagna di Dragona, quasi sul litorale. In attesa dell'autopsia disposta dal magistrato, nelle mani della polizia finora ci sono un groviglio di testimonianze e ricostruzioni di quelle ultime ore, alcune discordanti, gli sms, i contatti sui due telefoni cellulari della vittima e il fodero di un coltello gettato nell'erba, a qualche metro dall'omicidio. A trovare il corpo esanime di Alessandra erano stati alcuni passanti ieri sera intorno alle 22, che all'imbocco di via della Riserva del Pantano hanno visto una donna sotto il suo scooter. Sembrava un investimento, un incidente stradale, e Alessandra respirava ancora. Ma la corsa in ospedale è stata inutile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

AGITATA AL BAR - In via delle Riserva del Pantano i medici hanno tentato invano di rianimare la donna che aveva ferite da taglio al volto, al collo e alle braccia. Erano state l'ultima difesa di Alessandra, che non è riuscita a sopravvivere a quell'ultimo appuntamento. E ieri giovedì sembrava agitata. "E' entrata poco dopo le 20 - raccontano al bar a pochi isolati da via della Riserva del Pantano - sembrava che andasse di fretta, ha preso le sigarette e poi è andata via con il motorino. A noi è sembrato che fosse sola". Tutti parlano di "una ragazza tranquilla, che ultimamente aveva sofferto tanto per la morte del padre, un mese fa. I suoi genitori erano separati da tempo e suo padre lavorava anche come cameriere, una persona irreprensibile come la figlia. Lavorava come babysitter e non aveva grilli per la testa". Nessuno sa se frequentasse qualcuno o avesse una relazione. Era una ragazza ironica, gioiosa e solare. Appassionata di musica, Laura Pausini, di sicuro non attraversava un bel momento. "Se tutto questo é successo - spiega un'amica - è anche colpa del fatto che Alessandra era una ragazza sola. A quanto ne so non aveva buoni rapporti con il resto della sua famiglia. A Dragona la conoscevano tutti, ma lei era veramente amica di poche persone". Ieri familiari e parenti erano in lacrime davanti a casa sua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento