menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ANSA/ RAFFAELE VERDERESE

FOTO ANSA/ RAFFAELE VERDERESE

Omicidio a Roma, ucciso Diabolik: l'ultras Fabrizio Piscitelli morto in un agguato. Indaga l'antimafia

Il delitto si è consumato in via Lemonia all'altezza del civico 273, nel parco degli Acquedotti

Fabrizio Piscitelli, noto come Diabolik e capo ultrà della Lazio, è stato ucciso a Roma nel pomeriggio di mercoledì 7 agosto. Aveva 53 anni. Fatale un colpo di pistola calibro 7,65 sparato a distanza ravvicinata da un sicario che è poi fuggito. L'allarme si è diffuso intorno alle 19:20, l'omicidio sarebbe avvenuto intorno alle 18:50 circa. Sul caso la direzione distrettuale antimafia ha aperto un fascicolo. 

Agguato a Fabrizio Piscitelli: le indagini

Il delitto si è consumato in via Lemonia all'altezza del civico 273, nel parco degli Acquedotti. Inutili i soccorsi. Sul posto la polizia con la Squadra Mobile, la Scientifica e gli agenti del Commissariato Appio e Tuscolano. Dalle prime informazioni raccolte da fonti investigative Piscitelli, pantaloncini corti e t shirt chiara, si trovava su una panchina del parco (la stessa davanti alla quale è stato ritrovato riverso a terra).

All'improvviso, però, Diabolik sarebbe stato sorpreso alle spalle dal sicario che aveva raggiunto la zona a piedi. Il proiettile lo ha trafitto poco sopra l'orecchio. Il killer si è poi dileguato. Non è chiaro se ci fosse anche un'altra persona, un eventuale complice dell'assassino. A dare l'allarme un passante che sarà ascoltato dagli inquirenti. L'assassino potrebbe aver raggiunto il luogo dell'agguato a piedi prima di far fuoco. 

Nel 2013 - Arrestato Diabolik a Casalotti: Fabrizio Piscitelli tradito dalla sua Lazio

Il killer di Diabolik a volto coperto: l'identikit 

Chi indaga non ha dubbi: il killer di Fabrizio Piscitelli è stato "sfacciato" e "spietato", "sapeva quello che stava facendo". L'uomo si sarebbe confuso tra la gente, poi si sarebbe coperto il volto e dopo aver impugnato una pistola calibro 7,65 ha sparato un solo colpo che ha sorpreso e ucciso Diabolik.

Minacce ai giornalisti nel luogo dell'omicidio 

Ha agito a colpo sicuro, esplodendo il proiettile dritto alla testa dell'obiettivo. Piscitelli è morto sul colpo. Gli investigatori della Squadra Mobile stanno ascoltando quanti erano presenti nella speranza e se qualcuno ricordi anche solo un particolare utile a identificare l'assassino. Si cerca di capire anche se qualche residente era affacciato al balcone in quei frangenti.

Chi era Fabrizio Piscitelli, il Diabolik storico ultrà della Lazio

Omicidio Fabrizio Piscitelli-2

I messaggi di cordoglio dei tifosi della Lazio

Omicidio Diabolik: indaga la distrettuale antimafia

Sull'omicidio di Fabrizio Piscitelli indagheranno anche i magistrati della direzione distrettuale antimafia. Al momento a piazzale Clodio è stato aperto un fascicolo a carico di ignoti. A coordinarlo il pm di turno esterno e il magistrato della Dda. 

Chi ha ucciso Diabolik? Caccia al killer vestito da runner

L'arma del delitto non è stata trovata. Non è ancora chiaro se ad ucciderlo sia stato un regolamento di conti e se l'omicidio possa essere legato alla criminalità organizzata. Così come non viene esclusa l'ipotesi di una faida in ambienti ultras.

Striscione per Diabolik al Colosseo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento