Coronavirus, chiude l'Old Wild West a Dragona: trovato positivo un dipendente 

Dopo lo stabilimento La Vela di Ostia, chiude temporaneamente anche l'hamburgeria a Dragona

Old Wild West

Dopo il caso dello stabilimento balneare La Vela di Ostia, è costretta a chiudere in queste ore un'altra attività di ristorazione sul litorale. Si tratta dell'Old Wild West di via di Dragone. Qui un dipendente è rimasto contagiato dal covid-19. Si tratterebbe di uno dei coinquilini dell'uomo impiegato come lavapiatti nello stabilimento di cui sopra, trovato positivo al virus la scorsa settimana. Ai primi esiti dell'indagine epidemiologica avviata dalla Asl, tutti e sei i conviventi connazionali dell'uomo, originario del Bangladesh, sono risultati positivi al tampone. Tra loro anche il lavoratore del locale di Dragona, che ha comunicato la chiusura.  

"Per tutelare i nostri clienti e il nostro personale addetto abbiamo spontaneamente deciso la chiusura preventiva e temporanea dell’esercizio per 3/4 giorni di via di dragone 113, al fine di permettere l’attuazione di tutte le misure preventive". I tamponi a tutto lo staff e la sanificazione straordinaria del locale. "Un nostro addetto, attualmente in cassa integrazione nella propria abitazione, è stato trovato positivo" spiegano gli stessi titolari. 

Intanto la Asl Roma 3 ha aperto un drive in Covid a Casal Bernocchi, dove i cittadini che hanno avuto contatti con le persone coinvolte nel cluster legato alla comunità bangladese possono recarsi per il tampone, così come possono farlo i clienti del locale e dello stabilimento balneare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati del contagio al 19 luglio 

Per quanto riguarda l'andamento del contagio nelle ultime 24 ore, sono 17 i casi di coronavirus nel Lazio, di questi 10 di importazione, 6 casi del Bangladesh, uno dall'Iraq, due dal Pakistan e uno dall'India. Tredici di questi fanno riferimento all'area di Roma città. Nelle province si registrano quattro nuovi casi e di questi tre nella asl di Frosinone. E' quanto emerge nel bollettino emanato dalle Asl, relativo all'andamento del contagio nelle ultime 24 ore. "Rivolgo un appello all'utilizzo della mascherina o si dovrà richiudere" ha commentato l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato. "Non possiamo tornare indietro o fare come in Catalogna". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono 38 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 agosto

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Fuggire da Roma nel weekend: 5 proposte per una gita fuori porta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento