San Lorenzo, studenti occupano la residenza universitaria di via De Lollis

La mobilitazione per protestare contro i posti letto pronti ma non assegnati. In tutto oltre 500. Gli studenti: "Ci riappropriamo di un nostro diritto"

“I posti ci stanno perché non ce li danno?”. Dietro a questo slogan questa mattina intorno alle 11 è stata occupata, in via Cesare De Lollis 20, l'ala nuova della residenza Ruberti per gli studenti. I 110 posti di questa ala dovevano essere assegnati agli aventi diritto entro il primo trimestre del 2013. Una nota spiega i motivi dell'operazione: “In luogo della mancata esecuzione del bando Laziodisu studentesse e studenti, trovandosi in condizioni di indigenza hanno maturato la decisione di riappropriarsi dei loro diritti a partire da quei posti alloggio chiusi, non sfruttati e promessi ormai da tempo”.

POSTI 'NEGATI' – Gli studenti spiegano che “ad oggi ancora 906 studenti meritevoli e privi di mezzi si trovano nell'impossibilità di accedere ai benefici costituzionalmente previsti per sostenere il proprio percorso di studi. In particolar modo nel Lazio, regione che conta decine di migliaia di iscritti alle università e che ospita l'ateneo più popoloso di Europa, si assiste allo smantellamento del sistema del welfare studentesco; dalla costruzione di residenza universitarie in zone distanti dagli atenei di appartenenza (con il conseguente problema della mobilità), ai ritardi sui pagamenti delle borse di studio fino alla beffa dell'affitto ai privati di alloggi pubblici destinati agli aventi diritto”.

I DATI – Forniti anche i numeri dei posti alloggio che non sono ancora stati assegnati. In totale 554 che la Regione potrebbe mettere “immediatamente a disposizione degli studenti”. Ecco l'elenco delle residenze: 'N. Federici', residenza sparita dal bando che conta 88 posti; 'Boccone del povero', 73 posti, e 'Civis', 222, inspiegabilmente non ristrutturate a causa della mancata erogazione dei fondi della legge legge 338/2000; 'E. Trantelli' e 'A. Ruberti', che contano rispettivamente 61 posti 110 posti messi al bando e non assegnati.

REGIONE – Il dito è puntato sulla Regione Lazio che “nonostante le promesse fatte” non ha messo in campo iniziative sufficienti. Secondo gli studenti ad essere colpito è il diritto allo studio delle categorie più deboli tra gli studenti. Gli occupanti richiedono quindi all'ente territoriale di “prendere atto della situazione di grave emergenza abitativa che vivono gli studenti nella Capitale”.

UNIONE INQUILINI – Solidarietà e sostegno all'occupazione è arrivata dal sindacato Unione Inquilini. “L'occupazione segnala ancora una volta, l'esistenza a Roma di immobili inutilizzati a volte per sciocche beghe burocratiche, mentre gli studenti fuorisede continuano ad essere preda di affitti in nero e di una speculazione arrogante” si legge in una nota.  “I ritardi di un approccio alla questione casa e in tale contesto del diritto
allo studio da garantire anche con adeguate infrastrutture quale l'offerta di alloggi, rappresentano un immobilismo da parte delle istituzioni locali che è disarmante”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento