menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montagnola: occupato l'VIII municipio. Uffici chiusi al pubblico, dipendenti a casa

Dopo lo sgombero di ieri in via Castiglione le famiglie hanno 'preso' la sede di via Benedetto Croce. Baccarelli (Ncd): "Il direttore del Municipio ha mandato a casa i dipendenti. Mi auguro che sia stata presentata formale denuncia"

"Causa occupazione tutti i servizi sono sospesi". Siamo in via Benedetto Croce, sede del municipio VIII e questo è il cartello che oggi i cittadini che si sono recati in municipio hanno trovato affisso. Qui da ieri le famiglie sgomberate da via Castiglione hanno deciso di 'accamparsi', prendendo il controllo della sala del Consiglio municipale. A finire occupati sia i banchi dei consiglieri sia le sedie riservate al pubblico. Un'occupazione è partita dopo l'incontro di ieri tra esponenti municipali e capitolini sul tema dell'emergenza abitativa e che continua anche questa mattina. Gli stessi occupanti sui social network postano le foto della sede 'conquistata'.

Il capogruppo del Nuovo Centrodestra in municipio, Andrea Baccarelli ha attaccato la tolleranza verso quest'occupazione: "Oggi negli uffici del Municipio VIII non si potrà richiedere neanche una carta di identità: l’occupazione iniziata ieri sera non solo ha fatto saltare i lavori del consiglio municipale di oggi ma ha di fatto bloccato tutta l’attività di servizio al pubblico. E’ una situazione inammissibile”.

"Auspico che il presidente Catarci e il direttore del Municipio", continua Baccarelli, abbiano presentato formale denuncia alle autorità competenti per lo stato di occupazione e per l’interruzione di servizio pubblico". L'esponente del partito di Alfano spiega che "a quanto risulta Catarci non è riuscito neanche a farsi sentire dal sindaco Marino che continua a chiudere gli occhi di fronte a quanto sta accadendo".

"Il direttore del Municipio", continua Baccarelli, "ha mandato a casa i dipendenti. Si dovevano svolgere sette giuramenti di matrimoni nella giornata odierna e chi si presenterà agli sportelli li troverà vuoti perché il Municipio è ostaggio dei manifestanti con il placet dei partiti della sinistra. Ribadiamo la necessità di procedere con lo sgombero e di ripristinare la legalità in questo municipio. Quanto ancora i cittadini dovranno sopportare questo stato di anarchia e di prepotenza?”.

Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio, Andrea De Priamo portavoce della costituente romana, Glauco Rosati capogruppo in VIII Municipio in una nota congiunta attaccano Catarci e Marino: "Mentre i violenti aggrediscono le istituzioni il presidente Catarci tace e il sindaco Marino sul tema della casa è ben lontano da avviare una seria programmazione per dare una soluzione concreta all'emergenza abitativa a Roma. Fratelli d’Italia, oltre ad esprimere solidarietà ai residenti e ai commercianti del territorio preoccupati per la situazione, chiede agli organi competenti e al Prefetto di sgomberare urgentemente la sede del Municipio VIII e di riportante legalità e sicurezza".

Ieri il presidente Catarci aveva così commentato quanto accaduto in via Castiglione: "Oltre a quanto successo in via Castiglione a preoccupare è la mancanza endemica di azioni concrete finalizzate a contrastare l’emergenza abitativa, nonché la prospettiva di un ulteriore incremento della conflittualità, a causa di quell’articolo 5 del Decreto del ministro Lupi che, richiamando più di un profilo di incostituzionalità, minaccia di tagliare le utenze di base a tutti gli stabili occupati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento