rotate-mobile
Cronaca Monteverde / Circonvallazione Gianicolense

Sanità: occupato il San Camillo, i medici confermano l'agitazione

Emergenze non risolte, mancanza di posti letto e personale, dal San Camillo-Forlanini i medici riuniti in assemblea confermano l'agitazione. "Si prosegue finché la Regione non recepirà le richieste"

Occupazione virtuale da parte dei medici del San Camillo-Forlanini e i medici, riuniti in assemblea, che confermano lo stato d'agitazione. Questa la situazione del grande ospedale romano, al centro di polemiche a scandali fino a poco tempo fa per problemi di gestione e accuse di malasanità.


Bruno Schiavo dell'Intersindacale spiega: "Il direttore generale ha riconosciuto la necessità urgente di risorse, posti letto e personale, e congiuntamente alle organizzazioni sindacali dei medici ha presentato alle Regione le richieste minime, in attesa di un progetto di riorganizzazione. Lo stato di agitazione prosegue finché la Regione non recepirà queste richieste. Le gravi criticità che hanno portato il nostro ospedale al centro del'attenzione mediatica nel febbraio u.s. non sono ancora risolte, sono ricomparsi posti letto nei corridoi dei reparti, si assiste al blocco dei ricoveri programmati anche per patologie rilevanti. Il progetto di inserire i medici di medicina generale nei PS per assistere i pazienti in codice bianco o verde è del tutto estraneo - conclude - alla più importante criticità quotidiana: ricoverare un paziente in codice giallo o rosso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: occupato il San Camillo, i medici confermano l'agitazione

RomaToday è in caricamento