rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Pietralata / Via Silvano

Pietralata, famiglia di senza casa occupa la sede dell'associazione Antigone in via Silvano

L'associazione che si interessa dei diritti dei detenuti ha trovato la porta divelta: "E' un'occupazione spontanea". Tra i 'nuovi inquilini' anche una donna incinta

Hanno trovato la loro sede aperta, la porta scardinata e la buca delle lettere divelta. La sede dell'associazione Antigone, che da anni si batte per i diritti dei detenuti, è stata occupata da un gruppo di persone 'senza casa'. I piccoli locali, solo 25 metri quadrati, si trovavano a Pietralata, in via Silvano 10, “non lontani dal carcere di Rebibbia” scrive in un comunicato stampa l'associazione.

“Ci siamo trovati di fronte donne, di cui una incinta, e uomini, in tutto sette o otto persone, che ci hanno detto che da quel momento quel piccolo locale di 25 mq, senza cucina, era loro” racconta Antigone che, contattata per telefono, ha escluso la presenza di qualsiasi legame con movimenti organizzati o associazioni politiche. Un'occupazione spontanea, formata da tutti italiani.

L'associazione ha deciso di non reagire. “Noi eravamo lì ospiti di un'altra associazione. È una occupazione che ci amareggia e ci crea danni economici. Potevamo entrare in conflitto, resistere ma abbiamo deciso di andarcene, anche perché siamo contro ogni forma di violenza” spiegano.

Così hanno raccolto l'enorme documentazione conservata in tanti anni di attività e l'archivio. “Ora siamo senza sede”. La stessa sede dove scrivevano i detenuti ogni settimana. “Per qualche tempo non possiamo rispondere a chi ci contatta. Da oggi ci guarderemo intorno per trovare una soluzione”.

Pietralata, occupata la sede di Antigone (foto da Facebook)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pietralata, famiglia di senza casa occupa la sede dell'associazione Antigone in via Silvano

RomaToday è in caricamento