Prenestino: venti famiglie occupano stabile in via Argentina Altobelli

L'occupazione ad opera dei blocchi precari metropolitani. Fra le famiglie occupanti, anche quelle precedentemente ospitate al centro sociale Horus. La condanna di Santori: “Intervenire contro ennesimo abuso”

Uno stabile, in via Argentina Altobelli 32/34, è stato occupato ieri da 20 famiglie in situazione di emergenza abitativa. Ad aiutare le famiglie nell'occupazione sono stati materialmente i blocchi precari metropolitani che nei giorni scorsi avevano dato ospitalità ad alcuni dei nuclei familiari occupanti.

Fra gli occupanti, oltre ad alcune delle famiglie uscite pochi giorni fa da via delle Vigne Nuove e ospitate a Horus, ci sono numerosi sfrattati del VI Municipio, tra cui Raffaella e la sua bambina di 7 anni, sbattute fuori casa da via Malatesta 100 con l’intervento della forza pubblica lo scorso 13 gennaio.

Solo nel 2008 a Roma sono stati 4030 i provvedimenti di sfratto emessi, di cui 2312 per morosità. Allo sfratto di Raffaella ( diventata morosa a seguito del licenziamento) non è seguito alcun intervento di tutela pubblica e solo l’ospitalità degli occupanti di via dei Castani 44 ha fornito una risposta.

I Blocchi Precari Metropolitani anche per questo vuoto di tutela pubblica “hanno deciso di censire e utilizzare gli spazi confiscati alla mafia di via Argentina Altobelli, per denunciare la lentezza e l’inadeguato utilizzo di spazi pubblici vitali per affrontare il disagio alloggiativo. Spazi che non solo vengono sottoutilizzati, ma diventano spesso strumento di scambio elettorale e di mercificazione dell’emergenza”.

I Blocchi Precari Metropolitani fanno sapere che “per sottrarre questi spazi a possibili mercanteggiamenti, intendiamo utilizzarli con famiglie e singoli senza casa, partendo proprio da chi viene sfrattato nel VI municipio. Così facendo vogliamo vincolare il loro uso a una funzione abitativa, dando un tetto a chi non ce l’ha e vigilando dall’interno sulla loro destinazione”.

Una condanna dell'occupazione è giunta da parte di Fabrizio Santori: “E' necessario intervenire con urgenza per porre fine agli abusi di chi, strumentalizzando famiglie disperate e persone spinte da una reale emergenza abitativa, occupa edifici pubblici e privati opponendosi alla legalità e calpestando i diritti di chi aspetta da anni una casa popolare. Crediamo sia opportuno che mercoledì 21 in Consiglio Municipale, oltre alla discussione straordinaria sullo sgombero di Villa De Santis, venga inserito all'ordine del giorno anche la questione relativa all'ennesima occupazione abusiva nel VI Municipio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento