Cronaca Centro Storico

Obama a Roma il 27 marzo 2014, Capitale off limits: vertice 'sicurezza' in Questura

Oggi il tavolo per stabilire le misure di sicurezza per l'arrivo del Presidente degli Stati Uniti. Per la visita al Colosseo, zona rossa attorno al monumento

Zone rosse, strade chiuse, aumento dei controlli delle forze dell'ordine. Roma si prepara all'arrivo del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, da oggi in Europa per diversi incontri istituzionali. Si è tenuto questo pomeriggio in Questura il tavolo tecnico relativo alla pianificazione dei servizi di sicurezza in occasione della visita prevista per il 26 ed il 27 marzo durante la quale sono diversi gli impegni istituzionali in programma.

Oggi il tavolo tecnico sulla pianificazione dei servizi di sicurezza in questura.  Alla riunione, presieduta dal Questore di Roma Massimo Mazza, ha preso parte personale dell’Ispettorato Vaticano e Palazzo Chigi, personale dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo forestale dello Stato, nonché personale della polizia municipale di Roma Capitale, dei vigili del fuoco e rappresentanti dell’Ambasciata americana.

Il piano è ancora in via di definizione ma alcune delle precauzioni che verranno messe in atto sono già state delineate. Tra le misure previste, è stata predisposta l'intensificazione dei controlli che impegnano giornalmente tutte le Forze di Polizia della Capitale. In particolare, oltre agli obiettivi istituzionali, sarà dato ulteriore impulso ai servizi di prevenzione ed ai dispositivi di vigilanza e controllo del territorio soprattutto nei confronti di sedi diplomatico-consolari e ad altri obiettivi e interessi ad essi riconducibili. Gli Agenti di Polizia, coadiuvati dalle unità cinofile e dalle squadre antisabotaggio, ispezioneranno i numerosi cunicoli e tombini nei pressi di obiettivi sensibili, sopratutto nelle vicinanze delle sedi diplomatiche, in particolare dell'Ambasciata degli Stati Uniti d'America.

Zone rosse verranno predisposte intorno ai luoghi che verranno visitati dal presidente degli Stati Uniti, con strade chiuse e controlli serrati da parte delle forze dell'ordine. Per proteggere la visita del Presidente anche un corteo di ventisei auto blindate e otto moto che scorterà Obama durante i suoi spostamenti in città. Il piano sicurezza prevede inoltre anche la rimozione delle auto in sosta e dei cassonetti lungo i percorsi, il controllo dei tombini, la vigilanza aerea e la presenza di agenti in borghese. E ancora, posti di blocco e scorte armate proteggeranno la delegazione di Obama durante i suoi spostamenti.

Obama atterrerà mercoledì sera a bordo di un Air Force One all'aeroporto di Ciampino. Da lì il presidente andrà a cena con l'ambasciatore statunitense in Italia. Fitta l'agenda di giovedì: prima la visita in Vaticano da Papa Francesco, poi quella con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e quello del Consiglio, Matteo Renzi; invine la visita al Colosseo, in previsione per le 13, che per l'occasione sarà blindatissimo con la rimozione di tutti i camion bar presenti e le visite al pubblico sospese. Fin dalla mattina il passaggio di mezzi e persone, anche a piedi, verrà sospeso attorno all'area archeologica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obama a Roma il 27 marzo 2014, Capitale off limits: vertice 'sicurezza' in Questura

RomaToday è in caricamento