Cronaca

Indiano bruciato: oggi nuova operazione per Navtej Singh

Le sue condizioni sono definite stabili dai medici del Sant'Eugenio. Intanto in mattina arriveranno in città i suoi parenti dall'India

Adistanza di una settimana dal delicato intervento chirurgico a cui è stato per sostituire i tessuti in necrosi, Navtej Singh tornerà questa mattina sotto i ferri. I medici definiscono “stabili” le sue condizioni e si sono mostrati più ottimisti rispetto a 10 giorni fa quando davano all'indiano picchiato e bruciato vivo a Nettuno il 40% di possibilità di farcela.

Intanto in mattinata sono sbarcati a Fiumicino i parenti Navtej. Il loro arrivo è stato possibile anche grazie all'interessamento della Regione a sveltire le pratiche per il rilascio dei visti per l'Italia. A tal proposito l'assessore regionale all'Istruzione, Silvia Costa ha detto: “Esprimo grande soddisfazione per l'arrivo dei familiari di Sidhu Navtej Singh. Il mio particolare ringraziamento va all'ambasciatore italiano a Nuova Delhi, Roberto Toscano e ai suoi collaboratori, che hanno risposto con grande sollecitudine alla mia richiesta di agevolare le procedure di rilascio dei visti per l'Italia per la nonna ed il cognato di Navtej”.

La Costa ha annunciato che “sabato, insieme ai familiari ed al rappresentante della Comunità indiana di Roma, Balraj Singh andrò a fargli visita nell'ospedale S. Eugenio, nella speranza che il giovane indiano possa superare positivamente e al più presto le sue difficili condizioni di salute”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indiano bruciato: oggi nuova operazione per Navtej Singh

RomaToday è in caricamento