Earth: "Odori nauseabondi a Piana del Sole, i residenti sono sfiniti"

"Presentata formale denuncia contro ignoti in procura che ha inviato per conoscenza anche al Sindaco e all'assessore Ambiente di Roma"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Continuano senza sosta i forti disagi dei romani residenti in zona " Piana del Sole", frazione di Ponte Galeria situata nel territorio del municipio Roma XI (Ex Municipio XV). Da tempo le persone lamentano il diffondersi, in orari notturni, di odori nauseabondi ed insopportabili capaci di dare nausea e irritare le vie respiratorie e provenienti presumibilmente dall'inceneritore per rifiuti ospedalieri di Malagrotta e dall'impianto di TMB.

Già lo scorso 31 Ottobre 2013 EARTH aveva diffuso uno studio del 2009 effettuato dall'Università degli Studi Roma Tre e da ENEA dove si leggeva: «Il trattamento, attraverso l'incenerimento, dei rifiuti speciali sanitari a rischio infettivo risulta essere un'attività in sé dannosa. Le sostanze emesse dal camino e quelle emesse dalle scorie depositate in discarica provocano danni alla salute umana e alla qualità dell'ecosistema».

Ma nulla è cambiato e nella notte di giovedì sono ricominciati i miasmi:

L'aria è irrespirabile. Siamo barricati in casa. Se apriamo le finestre viene da vomitare". E poi ancora "Odore chimico che gratta la gola". Messaggi affidati alle chat di Facebook dove ci si riunisce per farsi forza e per organizzare manifestazioni di protesta.

Il "Comitato cittadini liberi della Valle Galeria" tramite il rappresentante Alessandro Costantino Pacilli spiega di aver avvertito i Vigili ma gli stessi avrebbero consigliato di preparare un nuovo esposto.

In chat era presente anche Marco Di Stefano (deputato Pd) che ha annunciato di voler scrivere al ministro dell'Ambiente per ottenere spiegazioni sulla vicenda.

"Ricordiamo che sono stati presentati già numerosi esposti dai cittadini" spiega Valentina Coppola, presidente di EARTH, e anche Fabrizio Santori: consigliere regionale e componente della commissione Rifiuti si è fatto portavoce con un esposto e con la richiesta di riqualificazione ambientale dell' area.

EARTH stessa ha presentato formale denuncia contro ignoti in procura che ha inviato per conoscenza anche al Sindaco e all'assessore Ambiente di Roma".

"Siamo stati contattati dall'Ispettore Garzia del gruppo forestale della Procura" continua Coppola," che sta lavorando sulla nostra denuncia e raccogliendo testimonianze. Mentre dal Comune tutto tace; speriamo che la procura arrivi dove la politica sembra non volere".

Intanto l'ARPA Lazio, interpellata, ha fatto sapere di avere fatto delle verifiche con il direttore della sezione provinciale di Roma ma che al momento non esiste una legge che normi "gli odori".

"In somma ci dobbiamo tenere la puzza "ha scritto qualche residente sconsolato.

Torna su
RomaToday è in caricamento