Cronaca Montesacro

Mostra la pistola al nipote e parte un colpo: bambino lotta tra la vita e la morte

Sul posto il personale del 118 che ha trasportato con urgenza il piccolo in ospedale. Indaga la polizia con la squadra della Scientifica impegnata con i rilievi

E' successo tutto in pochi istanti. Un colpo di pistola partito "per errore", almeno questa è la prime versione, e un bambino di 6 anni a terra, in salone, con una ferita alla testa. Un dramma familiare considerando che a premere il grilletto accidentalmente è stato il nonno, un uomo di 76 anni. Il piccolo, trasportato con urgenza all'Umberto I, sta lottando tra la vita e la morte.

Tutto è avvenuto in una via a pochi metri dalla stazione di Conca d'Oro. Il bambino, insieme al padre, erano andati a trovare il nonno. Mentre il genitore si è allontanato per andare al bagno, l'inconfondibile rumore di pistola e la tragedia: il piccolo era riverso in casa, con una ferita alla testa. Lì dove è stato colpito dal proiettile.

Sul posto il personale medico del 118, che ha portato il minorenne all'Umberto I con urgenza, e la polizia con gli agenti del Commissariato Fidene e la squadra della Scientifica. Secondo i primi riscontri investigativi a sparare sarebbe stato il nonno 76. "E' partito un colpo per errore", ha detto più volte l'uomo agli agenti. L'anziano, sotto choc, è stato portato in commissariato e sarà ascoltato.

Al momento chi indaga ha acquisito la testimonianza, quella che parla di un drammatico colpo accidentale. La pistola, una glock calibro regolamente detenuta, è stata posta sotto sequestro. Il nonno la stava pulendo. La polizia indaga mentre in ospedale i medici faranno il loro dovere per salvare il bambino. Il piccolo di 6 anni, sottoposto ad una operazione chirurgica, è ricoverato in codizioni gravi all'Umberto I. 

Articolo aggiornato alle 15:15

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostra la pistola al nipote e parte un colpo: bambino lotta tra la vita e la morte

RomaToday è in caricamento