rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Tor Marancia / Via del Casale de Merode

"Maniaci vaccinali, razzisti sanitari", no vax imbrattano l'hub vaccinale

La denuncia dell'assessore Alessio D'Amato: "Atto vile"

"Maniaci vaccinali, razzisti sanitari" il "Vax uccide", ed ancora "Politici = boia nazisti. Libertà e diritti". Sono alcune delle scritte con cui alcuni vandali - presumibilmente no vax - hanno imbrattato l'hub vaccinale di via del Casale de Merode a Tor Marancia. Scritte con vernice rossa dove si legge ancora: "Questo non è vandalismo è lotta x la libertà e diritti contro il nazirazzismo sanitario". 

La scoperta intorno alle 7:00 di venerdì 6 maggio, con la richiesta d'interveno al 112. Sul posto sono quindi intervenuti gli agenti del commissariato Tor Carbone di polizia con la vigilanza interna del centro vaccinale che ha poi provveduto alla cancellazione delle frasi realizzate nei due gazebi. 

A denunciare l'accaduto l'assessore alla sanità del Lazio Alessio D'Amato: "Ciò che è accaduto, questa mattina, presso l'hub vaccinale Casale De Merode è inaccettabile. Vandali no-vax hanno imbrattato l'hub vaccinale con scritte e intimidazioni contro il vaccino e le istituzioni, inneggiando al nazismo e al razzismo sanitario. Condanno con fermezza questi atti vili e meschini, irrispettosi del tanto dolore e sacrificio, anche in termini di vite umane, di questi ultimi due anni". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Maniaci vaccinali, razzisti sanitari", no vax imbrattano l'hub vaccinale

RomaToday è in caricamento