Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Neve anche in provincia di Roma, dai Castelli alla Valle Aniene paesi sotto un manto bianco

Risveglio sotto la neve in buona parte del territorio provinciale. In montagna ed alta collina spargisale e spazzaneve in azione dalle prime ore del giorno

Neve a Tivoli

Da Fiano Romano a Nettuno, passando dai Monti Prenestini alla Valle dell’Aniene. Come la Capitale (tutte le notizie sulla nevicata del 26 febbraio) anche i Comuni della provincia romana e buona parte di quelli della regione Lazio si sono svegliati sotto una fitta coltre di neve. Previsioni rispettate anche in provincia dunque, con strade imbiancate e disagi in tutti i territori.

Neve ai Casteli Romani

Particolari difficoltà a cause delle abbondanti nevicate soprattutto nei Comuni posti ad altezza superiori ai 500 metri, con tutti i centri dei Castelli Romani alle prese con numerosi centimetri di manto stradale innevato. Rocca di Papa, Rocca Priora, Albano, Grottaferrata, Genzano, Lanuvio, Ariccia, Grottaferrata, Marino, Frascati, Ciampino, tutti i Comuni posti a nord est della Capitale hanno rivisto i primi raggi di sole riflettersi sul bianco dopo che la neve è caduta per tutta la notte e buona parte della mattinata.

Neve in Valle Aniene

Scuole chiuse a Tivoli

Stesso bianco scenario anche in tutti gli altri Comuni della Valle dell’Aniene ma anche a basse quote come a Guidonia Montecelio, per poi risalire ed arrivare a Tivoli, Castel Madama, Marcellina, Poli, Casape, Percile, Subiaco, Roviano, ArsoliOlevano Romano, Bellegra, Licenza, Vicovaro, Mandela, tutti alle prese con i problemi legati alla neve. Attivi in molti territori sin dalle prime ore del mattino i mezzi spargisale e spazzaneve al fine di limitare il più possibili i disagi legati alla circolazione stradale. 

Neve a nord di Roma

Neve anche sui Comuni della provincia nord della Capitale. Monterotondo, Capena, Fiano Romano, Fonte Nuova, Mentana, Sacrofano, Castelnuovo di Porto, Morlupo ma anche nell’area dei laghi: Bracciano, Trevignano, Anguillara, Manziana, Oriolo Romano e via dicendo. 

Neve sui Monti Prenestini

Particolarmente complicata la situazione sui Monti Prenestini, a San Cesareo sono caduti sino a 30 centimetri di neve. Stesso scenario anche negli altri centri vicino: Gallicano nel Lazio, San Gregorio da Sassola, Carpineto Romano, Zagarolo, Cave, Valmontone, Artena e via dicendo, tutti alle prese con le abbondanti nevicate che hanno colpito la regione Lazio. 

Neve al mare

Particolarmente suggestivo lo scenario sui Comuni costieri con la neve che ha colorato di bianco spiagge ed arenili. Nettuno, Anzio, ArdeaCivitavecchia, Cerveteri, Fiumicino, Santa Marinella, Santa SeveraLadispoli ma anche Pomezia ed i Comuni più all’interno. 

Neve a Civitavecchia

Molti gli interventi dei vigili del fuoco a Civitavecchia. Dalle 8:00 hanno effettuato alcuni interventi per soccorso a persone rimaste bloccate nelle loro autovetture durante la nevicata. Sono intervenuti inoltre in via Frezza per assistenza personale sanitario 118. Un’ambulanza causa condizioni meteo avverse, è rimasta in panne mentre si recava a soccorrere un codice rosso, i vigili del fuoco hanno fatto salire a bordo dell’autopompa medico e paramedico e li hanno trasportati presso l’abitazione della persona colta da malore. Dalle ore 08.00 circa, alle ore 14.00 circa, del 26 Febbraio 2018, hanno effettuato interventi di verifica e rami pericolanti.

Crollo tensostruttura a Civitavecchia

Stamani, inoltre, sono intervenuti con autopompa, autoscala e autogru presso via Etruria nel parcheggio adiacente la struttura della ASL a causa del crollo parziale della tensostruttura Emma Grammatico, che ospita gli atleti della squadra di pallamano cittadina. La struttura ha ceduto parzialmente sul lato del parcheggio di via Etruria, causando il crollo del muro di recinzione, che a sua volta ha coinvolto sette autovetture parcheggiate nelle vicinanze ed un cartellone pubblicato ampio circa 3 metri per 6. I vigili del fuoco hanno rimosso il cartellone e liberato le autovetture rimaste coinvolte dalle macerie mettendo in sicurezza l’area. Sul posto anche la Polizia Locale di Civitavecchia. Vista l’emergenza il Comando dei vigili del fuoco di Roma ha disposto per la giornata di oggi il raddoppio dei turni (parte del personale che ha effettuato il turno di notte è rimasto in servizio ed è stato impiegato per interventi nella zona di Ladispoli e Cerveteri. 

Volontari della Sala Operativa Regionale

Da stanotte, la Sala Operativa dell'Agenzia regionale di Protezione civile del Lazio continua il monitoraggio del territorio per fronteggiare l'emergenza maltempo a causa delle precipitazioni nevose che hanno interessato Roma e tutta la regione. Sono 200 le squadre di volontariato che stanno operando sul territorio e oltre a queste sono a disposizione ulteriori 54 squadre per coprire ambiti territoriali piu' estesi. I volontari che stanno lavorando da questa notte sono circa 1.100. Cinque di queste squadre si trovano nelle zone del cratere colpito dal terremoto. Alla Sala Operativa di Protezione civile sono giunte da questa mattina circa 800 chiamate di privati cittadini con richieste di interventi di vario genere: rimozione dei rami dalle sedi stradali, spargimento sale e la messa in sicurezza degli ingressi degli Ospedali. All'interno della Sala Operativa e' attivo un presidio di Astral e Vigili del Fuoco". Lo comunica in una nota la Regione Lazio. 

Neve e viabilità

Per quanto concerne la viabilità, "in accordo con Astral sono stati messi a disposizione 100 mezzi e 165 unita' di personale. Le strade regionali sono tutte percorribili, ad eccezione della Sr 509 Forca d'Acero. Dopo le 17 si consiglia di ridurre al minimo gli spostamenti a causa delle possibili gelate. I volontari continuano a presidiare la stazione ferroviaria di Roma Tiburtina, dopo la richiesta giunta da Ferrovie dello Stato Italiano, di assistenza ai passeggeri. Oltre alla pianificazione della salatura delle strade, e grazie alle misure preventive messe in atto dalla Regione Lazio, le richieste non previste si sono ridotte a 15 su tutto il territorio regionale".

Sala Operativa Regione Lazio

In relazione alle abbondanti nevicate del 26 febbraio la Regione Lazio comunica che: “Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti è presente da questa mattina nella Sala Operativa della Protezione civile per fare il punto della situazione dopo la nevicata di questa notte che ha interessato Roma e tutto il territorio regionale. Il Presidente Zingaretti ha firmato la richiesta dello stato di mobilitazione. Inoltre, sono stati stanziati circa 4 milioni aggiuntivi a disposizione dei Comuni della regione per le prime emergenze legate alla neve e al ghiaccio. La Sala Operativa ha attivato un monitoraggio già da ieri sera e coordinato le circa 200 squadre di volontari a supporto della viabilità. Si sono riscontrati problemi sulla strada Monti Lepini a causa di un incidente, sulla strada per Forca D'Acero e sulla Carpinetana. I volontari sono intervenuti in soccorso degli automobilisti in panne, a supporto delle Autombulanze, e per il lavoro di capillarizzazione del sale. Gli interventi sulla viabilità sono in coordinamento con Astral. Un numero di volontari è impiegato anche fuori dalle stazioni Tiburtina, Termini e Ostiense di Roma a sostegno dei cittadini. Due treni si sono fermati a Campoleone e Santa Marinella, con un soccorso da parte dei volontari prima di ripartire”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve anche in provincia di Roma, dai Castelli alla Valle Aniene paesi sotto un manto bianco

RomaToday è in caricamento