rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Cronaca Nettuno

Raggiunta al lavoro e presa a bastonate dal marito: donna salvata da una passante

La violenza è esplosa in una via di Nettuno, dove la scena è stata notata da una ragazza che è intervenuta mettendo in fuga l'uomo e chiamando il 112

Ancora una donna aggredita e brutalmente picchiata dal partner, ancora un intervento delle forze dell’ordine in strada dopo la fuga e la richiesta di aiuto. Questa volta è successo a Nettuno, e a finire in manette è stato un 66enne.

I fatti risalgono al 13 gennaio scorso, quando gli agenti del commissariato di Anzio-Nettuno, nel corso di un normale controllo su strada, hanno notato una donna chiedere aiuto e sbracciarsi per attirare la loro attenzione. Si sono immediatamente fermati e hanno visto al suo fianco un’altra donna con il viso insanguinato, lividi e ferite.

È stata lei a spiegare di essere stata raggiunta sul lavoro dal marito, che l’ha minacciata, presa a calci e pugni e costretta a salire in macchina. Una volta a bordo, l’uomo ha guidato sino a via Poggio Bustone, dove ha fatto scendere la moglie, ha preso un bastone e ha ricominciato a picchiarla: a fermarlo soltanto l’intervento di una seconda donna che ha chiamato il 112, facendolo scappare e bloccando l’aggressione.

A quel punto il 66enne è scappato ed è sopraggiunta la voltante. I poliziotti hanno quindi raggiunto il palazzo in cui l’uomo abita e hanno fatto irruzione, riuscendo a bloccarlo nonostante il tentativo di aggredire anche loro. Portato in commissariato, è stato arrestato e trasferito in carcere dopo la convalida.La donna è stata invece affidata all’ambulanza, che l’ha accompagnata in ospedale per le cure. Agli investigatori ha confermato che le violenze andavano avanti da tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raggiunta al lavoro e presa a bastonate dal marito: donna salvata da una passante

RomaToday è in caricamento