Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Naufragio Costa Concordia, rintracciati due dispersi

Si tratta di un uomo e una donna giapponesi. I due si sono presentati negli uffici del Commissariato Viminale perché erano sprovvisti dei documenti per alloggiare in un albergo di Termini

Risultavano essere a bordo della nave Costa Concordia che è affondata venerdì sera a largo dell'Isola del Giglio, ma non figuravano tra le persone soccorse e identificate. Ma per i due, l'avventura si è conclusa in un lieto fine. Si sono presentati oggi a Roma presso un ufficio delle Forze dell'ordine. Ne dà notizia, il prefetto di Grosseto Giuseppe Linardi. Si tratta di due giapponesi, spiega il prefetto, che si sono presentati con altri due connazionali e che probabilmente ieri erano riusciti a salire a bordo dei pullman senza essere identificati. Sono un uomo ed una donna di 33 e 34 anni, che si sono presentati negli uffici del commissariato Viminale, nel centro di Roma.

I due si sono rivolti alla polizia perché non avendo i documenti non potevano alloggiare in un albergo a Termini, dove avevano chiesto una stanza. La coppia, subito dopo il naufragio, era riuscita ad arrivare a Roma a bordo di un pullman di linea. Anche gli altri connazionali erano a bordo della nave ma dai controlli sono risultati tra le persone già identificate. Linardi spiega che la verifica tra gli elenchi delle persone a bordo e quelle identificate "è complessa: tanti gli stranieri, ci possono essere stati anche errori nella trascrizione dei nomi". (Fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio Costa Concordia, rintracciati due dispersi

RomaToday è in caricamento