rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Spinaceto / Via di Mezzocammino

Municipio IX: oltre alla raccolta stradale in tilt anche il porta a porta. "Ci teniamo l'immondizia in casa"

Da Casal Brunori a Spinaceto, da Decima a Torrino i comitati di quartiere denunciano l'assenza di Ama: "Il referente di zona non risponde più"

"Ci siamo quasi abituati a vedere i cassonetti stradali ricolmi di immondizia, ma i bidoni condominiali sono in condizioni ormai gravi". La denuncia arriva dal coordinamento dei comitati di quartiere del IX Municipio. Le condizioni in cui versa Roma riguardo alla raccolta dei rifiuti è sotto gli occhi di tutti, ma si parla meno del servizio di porta a porta, che nel territorio coinvoge ben 11 zone dall'Eur a Castel di Leva. 

A Mezzocammino bidoni pieni anche per quindici giorni

"Da un mese e mezzo circa - racconta a Roma Today Francesco Aurea del comitato Torrino Mezzocammino - registriamo una preoccupante assenza da parte di Ama. I ritiri del porta a porta saltano costantemente e non abbiamo più interlocutori, perché il referente Ama di zona non risponde. In dieci anni non era mai successo. Ci stiamo tenendo la spazzatura in casa, da una settimana mi tengo i pannolini sporchi, ci sono zone in cui l'indifferenziata rimane non ritirata per quasi quindici giorni, anche i bidoni dell'umido trasbordano e questo non è normale". 

rifiuti mezzocammino-2

"Situazione aggravata nelle ultime settimane"

Filippo Cioffi è presidente del comitato Casal Brunori (zona limitrofa a Spinaceto) e referente del coordinamento: anche nel suo quartiere la situazione non è certo migliore. "Nelle ultime settimane si è aggravata - conferma - c'è un ritardo evidente non solo nello stradale anche nel porta a porta. E le volte in cui vengono, al massimo riescono a ridurre la montagna di rifiuti, certo non ad azzerarla. A Spinaceto, dove nei periodi di picco dell'emergenza rifiuti a Roma almeno riuscivano a tenere puliti i bidoni condominiali, adesso si trovano in difficoltà anche nel porta a porta". 

La mappa dei disagi nel Municipio

Grazie all'ultima riunione del coordinamento, andata in scena il 26 ottobre, sono emerse numerose criticità legate alla raccolta dei rifiuti, alla pulizia delle strade e all'impossibilità di conferire gli ingombranti, un po' in tutto il territorio municipale. Al centro di raccolta Ama di Mostacciano, segnalano i residenti, almeno fino a due settimane fa non venivano raccolti più legno, calcinacci e ferro con il container dell'ingombrante sempre pieno. In zona Trigoria, in paricolare tra Montemigliore, Cinque Colline, Schizzanello, Strampelli, Selvotta e Colle dei Pini i residenti soffrono la chiusura per manutenzione dell'isola ecologica. A Torrino-Decima gli addetti, secondo quanto riferiscono dal comitato, non sono autorizzati ad avvicinarsi ai bidoni posti sotto i piloti dei palazzi e lo spostamento è quindi responsabilità dei residenti. Da Fonte Laurentina chiedono che la pulizia delle strade venga calendarizzata: di solito, invece, le squadre si presentano senza preavviso "spesso con mezzi insufficienti e impossibilitati a pulire ovunque perché trovano le vetture parcheggiate". A Borgo Sorano, uno degli ultimi insediamenti prima che Roma lasci il posto al territorio dei Castelli, i cassonetti Ama più vicini sono a 300 metri di distanza "e sono vent'anni che i rifiuti vengono lasciati tutti a terra". 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio IX: oltre alla raccolta stradale in tilt anche il porta a porta. "Ci teniamo l'immondizia in casa"

RomaToday è in caricamento