Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Raffica di multe a Torreimpietra, il comitato: autovelox non legittimi

Da un anno il Comune di Fiumicino ha istallato un autovelox su una strada in cui il limite è di 50 km/h ed ha iniziato a multare la popolazione. Secondo il Comitato Pat.Tor però non ci sarebbero le condizioni per l'istallazione delle telecamere

Non esiste nessuna motivazione reale preventiva che giustifichi l'installazione di alcuno degli autovelox del Comune di Fiumicino e sarebbe falso che il tasso di mortalità sarebbe diminuito del 70%, essendo il campione preso in analisi dal sindaco Canapini e dalla sua amministrazione infinitamente piccolo rispetto alla popolazione generale dei veicoli transitanti sui suddetti tratti stradali. Sono questi i risultati di uno studio condotto dal Comitato Pat.Tor, utilizzando i dati ufficiali del PGTU comunale, pubblicamente diffusi anche via web, sui tassi di incidentalità e di mortalità nei tratti stradali coperti dagli autovelox del Comune di Fiumicino.

L'indagine nasce inseguito all'invio da parte del Comune di Fiumicino, a partire dall'estate scorsa, di tantissime multe per superamento del limite di velocità in un tratto in cui la velocità massima percorribile é 50 km/h. Le sanzioni sono state notificate anche a chi ha superato il limite di pochi km/h e ci sono state tante famiglie che hanno ricevuto così tante multe da non riuscire più ad arrivare a fine mese.

Il comitato si è battuto affinché venisse fatta chiarezza sulla vicenda delle multe poichè ha sempre pensato che il comportamento del Comune fosse illeggitimo. Già una volta aveva offerto una straordinaria occasione al Comune di Fiumicino per mettere a tacere definitivamente tutte le lamentele e le rimostranze di coloro che erano stati multati a Torrimpietra chiedendo di poter accedere agli atti, ma la richiesta non è stata accettata.

Dichiara il presidente : "Se gli atti di gestione dell'autovelox fossero stati regolari e completi, il Comune avrebbe avuto tutto l'interesse per renderli pubblici anche mediaticamente, al fine di zittire una volta per tutte questo vespaio. Il fatto che invece si sia ben guardato dal pubblicizzarli, anzi, stà operando un reale ostracismo ritardandone l'invio fin quanto la legislazione vigente lo consente, è una palese dimostrazione intrinseca che quegli atti non hanno in sé evidentemente alcunché di regolare: insomma, il Comune di Fiumicino si stà dando la classica 'zappa sui piedi'".

La testimonianza di un cittadino:

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di multe a Torreimpietra, il comitato: autovelox non legittimi

RomaToday è in caricamento