Cronaca Boccea / Via Aurelia

Pesce senza rintracciabilità: multato ristorante cinese su via Aurelia

I controlli sulla filiera della pesca hanno riguardato anche i banchi del 'Mercato Irnerio'

Continuano serrate le attività di controllo della Capitaneria di Porto attraverso azioni mirate finalizzate alla verifica sull’intera filiera di pesca. Nella mattinata di martedì 3 marzo, il personale militare della Capitaneria di Porto di Roma ha portato a termine una operazione di polizia giudiziaria presso il quartiere Aurelio

riguardante le modalità di commercializzazione e messa in vendita di prodotti ittici.

MERCATO IRNERIO - L’attività inizialmente ha interessato tutti i punti di vendita presenti nel mercato denominato Irnerio per poi concludersi con il controllo presso un famoso ristorante cinese sito in via Aurelia.

MULTE AL RISTORANTE CINESE - Proprio in quest’ultimo, il personale della Capitaneria di Porto ha contestato  infrazioni in materia di etichettatura di prodotti ittici alimentari e leggi sanitarie in relazione alle quali sono stati redatti 2 verbali amministrativi, per un totale di circa 2500 euro; ed è stato posto sotto sequestro un ingente quantitativo di prodotto ittico privo delle informazioni obbligatorie in materia di rintracciabilità.

CONTROLLI GUARDIA COSTIERA - La Guardia Costiera assicura il mantenimento del massimo livello di attenzione nell’ambito del monitoraggio delle attività commerciali della filiera ittica, elemento imprescindibile per la tutela della salute del consumatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesce senza rintracciabilità: multato ristorante cinese su via Aurelia

RomaToday è in caricamento