menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, controlli ai quartieri della movida: a piazza Bologna in 11 nel locale. Chiuso dai carabinieri

Il bilancio delle verifiche è di 130 esercizi commerciali controllati e oltre 7.500 persone identificate

Anche nell'ultima settimana si sono verificati una serie di controlli in merito al rispetto delle norme di distanziamento sociale anti-Covid. Il bilancio delle verifiche è di 130 esercizi commerciali controllati (3 dei quali sanzionati per varie irregolarità e un quarto chiuso) e oltre 7.500 persone identificate.

Le zone in cui i Carabinieri hanno concentrato l'attenzione sono state Trastevere, San Lorenzo, Ponte Milvio, Campo dei Fiori, Piazza Navona, Pantheon, Monti, Pigneto e Piazza Bologna. 

In un caso, in particolare, un locale della zona di piazza Bologna è stato trovato con 11 clienti al suo interno contemporaneamente, numero che non permetteva il distanziamento di almeno 1 metro uno dall'altro e che ha portato, da una parte alla chiusura dell'esercizio, dall'altra alla sanzione di 3.080 euro. Altri due locali sono stati sanzionati sempre nella zona di piazza Bologna: in entrambi i casi, i militari hanno riscontrato la cessione di bevande da asporto ai clienti, al di fuori dell'orario consentito e stabilito dall'ordinanza anti-alcol del Comune di Roma. 

Anche sul litorale, in ordine al rispetto delle vigenti misure per il contenimento volte a prevenire il diffondersi del virus Covid-19, i Carabinieri di Ostia, avvalendosi anche del supporto del Nucleo Carabinieri Antisofisticazione e Sanità di Roma, hanno svolto una serie di mirati controlli e verifiche sul litorale romano, meta di numerosi turisti.

I carabinieri di Ostia hanno sanzionato 3 gestori di minimarket, responsabili di avere venduto bevande alcoliche oltre l’orario previsto dal Regolamento di Polizia Urbana di Roma Capitale.

Ad Ostia, un noto bar prospicente una delle spiagge libere del litorale ha presentato profonde lacune in merito alla tracciabilità degli alimenti che metteva in vendita. Ed infine, sempre ad Ostia, all'interno di un esercizio di ristorazione sul lungomare Paolo Toscanelli, sono state rilevate delle evidenti carenze igieniche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento