Meccanico fai da te smontava moto rubate per riparare quelle degli amici

Il 51enne è stato colto in flagranza di reato dai carabinieri mentre armeggiava in un garage di via Lanza con una moto rubata nel 2011

Immagine di repertorio

Aveva la passione dei motori e si dilettava a smontare e assemblare moto e scooter all’interno del suo garage privato. Peccato che le parti utilizzate per aggiustare le moto degli amici fossero riciclate da veicoli rubati. A scoprire “l’officina illegale” sono stati i Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola che hanno arrestato l’uomo, 51enne romano con precedenti, con l’accusa di riciclaggio.

SCOOTER RUBATO - I Carabinieri hanno notato un via vai del 51enne all’interno di un garage, in via Francesco Lanza, zona Laurentino, ma la cosa che più li ha insospettiti è stata la diversità di moto che l’uomo portava al suo interno.  Ieri pomeriggio, i militari sono intervenuti e hanno trovato l’uomo a smontare uno scooter e a rimontare alcune parti su un altro veicolo.

MOTO RUBATA NEL 2011 - Gli accertamenti eseguiti hanno permesso di constatare che la moto che veniva smontata era stata denunciata rubata nel gennaio 2011 e che, le sue parti servivano per aggiustare quella di un suo conoscente. Il “meccanico fai da te” è stato arrestato e portato in caserma, e i veicoli sono stati sequestrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento