Tragedia nel Tevere, cade dalla banchina: trovato cadavere nel fiume

La macabra scoperta all'altezza di Ponte Sant'Angelo. Sul posto i sommozzatori dei vigili del fuoco e la polizia. Chi indaga, al momento, non esclude nessuna ipotesi

Immagine di reperotrio

Tragedia a Roma, dove sulla sponda del fiume Tevere, all'altezza di Ponte Principe Amedeo di Savoia, è stato trovato il cadavere di un uomo sul lato che affaccia su Lungotevere Ferentini.

A dare l'allarme, intorno alle 23 di domenica 2 settembre, alcuni passanti. Sul posto i sommozzatori dei vigili del fuoco,  la polizia di stato con il commissariato Trevi e le volanti di Trastevere, e la squadra della Scientifica.

L'uomo, senza documenti, sarebbe conosciuto in zona. Alcuni testimoni, chiamando il Numero Unico per le Emergenze, hanno raccontato di averlo visto gettarsi nel fiume. Altri, invece, parlano di una caduta accidentale.

Entrambe le ipotesi sono al vaglio di chi indaga. Alcuni clochard che frequentano l'area, invece, hanno riferito agli agenti che il corpo sia quello di un ungherese, anche lui senza fissa dimora. Ipotesi, questa, che solo gli esami autoptico-scientifici potranno dire. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento